Una sorpresa in città: Lucrezia De Domizio Durini a Recanati

Ultimamente sempre più spesso passeggiando per la città si possono incontrare personaggi importanti del panorama culturale. Questa mattina l’assessore Rita Soccio e la Baronessa Lucrezia De Domizio Durini sono state colte di sorpresa sedute insieme su una panchina davanti a Casa Leopardi.

Gallerista, editrice, scrittrice e mecenate la De Domizio Durini è una delle figure che hanno fatto la storia dell’arte contemporanea. Il suo nome è legato indissolubilmente a Joseph Beuys, l’artista tedesco di fama internazionale con il quale ha avviato a Bolognano il monumentale lavoro dal titolo “Difesa della natura”. Con Beuys ha collaborato in linea diretta portando avanti fino ad oggi il progetto iniziato nel 1972 con una discussione socio-politica le cui tracce sono nei disegni lasciati sulla lavagna e in una scultura, per proseguire nel 1976 con la piantagione di 7000 arbusti ed alberi in via di estinzione, dandogli il nome di Piantagione Paradise, un progetto che ancora continua secondo le indicazioni dell’artista scomparso nel 1986.

Il tema della Natura tanto caro a Leopardi trova una connessione con il pensiero e il lavoro di Beuys dove la sofferenza potrebbe rappresentare il trait d’union. La De Domizio, qui a Recanati  per la prima volta, su invito di Domenico Guzzini,  è rimasta affascinata dai luoghi e dalla storia.

Dopo la visita al Museo Villa Colloredo Mels ha visitato casa Leopardi e, amante dei libri, al book shop ne ha acquistato alcuni.

     

Probabilmente, dopo questo suo breve soggiorno, forse qualcosa succederà anche qui a Recanati, come ha auspicato il segretario personale della baronessa. Per la città sarebbe un’occasione da non perdere visto la risonanza che avrebbe a livello internazionale.

Clicca sulla barra e ascolta l’intervista

 

 

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet