UN SOLDATO RECANATESE A BORSO DEL GRAPPA

Comunicato Stampa | L’AmministrazioneComunale, con Delibera di Giunta n. 172 del 02 settembre 2021 ha concesso il patrocinio all’iniziativa “Grande Guerra: un fiore per non dimenticare! GLORIA A VOI SOLDATI DEL GRAPPA”, che si terrà il prossimo 19 settembre presso il Comune di Borso del Grappa (TV).

E’ stato recuperato un piccolo cimitero nel comune veneto per rendere solenne omaggio ai soldati provenienti da diverse regioni italiane, che sacrificarono la loro vita per la Patria.

Nell’archivio Comunale di Borso del Grappa è custodito un documento che riporta i nominativi di 255 Soldati sepolti nel piccolo cimitero, dedicato al Cap. Enrico Picaglia, decorato con Medaglia d’Argento al Valor Militare.

Fra i nomi dei militi risulta quello del nostro concittadino Mario Mazzufero, nato a Recanati il 18 giugno del 1894 e morto per Ferite Riportate In Combattimento sul Monte Asolone e sepolto nel suddetto camposanto il 04 gennaio del 1918.

Lo scopo del Comune di Borso del Grappa è mostrare ai giovani di oggi quanto sia importante fare “memoria” del passato storico.

L’iniziativa persegue dunque il ricordo del sacrificio dei soldati nella Prima Guerra Mondiale, tra cui un nostro concittadino recanatese che ha perso la vita per difendere la Patria, e merita di essere ricordato ancora oggi come esempio per le nuove generazioni.

Verrà inviato sul luogo della commemorazione un mazzo di fiori per rendere testimonianza e omaggio al recanatese Mario Mazzufero in nome dell’Amministrazione Comunale e di tutta la cittadinanza.Ricordiamo inoltre, che all’interno della Scuola di San Vito è presente una Cappellina Votiva (inaugurata agli inizi degli anni ’30 affinché gli alunni della scuola elementare coltivassero e rinnovassero il ricordo dei morti durante il conflitto) dedicata ai caduti recanatesi della Prima Grande Guerra. Essa ospita le fotografie e i nomi dei soldati caduti in battaglia, o dispersi, o morti per ferite o malattie.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet