Tutto pronto per il Carnevale di Fano 2020

L’evento più dolce d’Italia abbraccia la città e la trasforma in Fano città del Carnevale. Viale Gramsci si colora, la musica si alza ed esplode tutta la magia di una delle manifestazioni più importanti del centro Italia.

“Ci siamo – ha commentato la presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli -, mesi di lavoro e ora siamo pronti al debutto. Quando scendiamo sul viale e vediamo gente mascherata e festante al cospetto delle nostre giganti opere d’arte, ci sentiamo completamente appagati. Quest’anno il Carnevale ha un sapore particolare, in un mondo che sta morendo schiacciato dall’inquinamento, siamo davvero fieri di fare la nostra parte lanciando un messaggio di speranza”.

Come da tradizione l’esplosione di colori invaderà viale Gramsci e tutto il centro storico già dalla mattina con “Il Carnevale dei Bambini”. “El Vulón”, interpretato dall’attore Simone Diotallevi accompagnerà i piccoli assieme ai membri del consiglio dei bambini, in un fantastico viaggio tra i carri allegorici, svelandone segreti e curiosità. Dalle 10 in poi, sotto lo sguardo vigile dei grandi carri, che rimarranno fermi su viale Gramsci, prenderanno il via, tra musica e divertimento, le sfilate delle scuole, punta di diamante del progetto avviato dall’Ente Carnevalesca. Tale progetto prevede la visita nelle scuole fanesi assieme al Vulòn Paolo Casisa e alla Musica Arabita, i quali tengono “lezioni di carnevale” già da vario tempo. Il Carnevale dei bambini sarà impreziosito dal Villaggio Kids dove già dalle 10 del mattino partirà il Carnevale Kinder, novità dell’evento che intratterrà i più piccoli e non solo con la Pentolaccia ripiena di prodotti del noto marchio Ferrero

In concomitanza con le sfilate di viale Gramsci, anche piazza XX Settembre si animerà con un evento particolare. Lucia Perruch, membro della comunità di Mutonia, a Sant’arcangelo di Romagna, esporrà alcune istallazioni fantascientifiche realizzate interamente con materiali riciclati. Alle 10.30 il sound dei Crazy Jambe e della Pizzica Salentina a cura di Musica dell’anima, riecheggerà per il centro città, con uno spettacolo itinerante. Ci sarà anche spazio per la fotografia con l’evento espositivo, alle 11, presso il Palazzo del Carnevale – Loft di Casarredo, dove verranno messi in mostra gli scatti di Isabella Balena. All’inaugurazione parteciperanno i noti fotografi Ivo Saglietti e Massimo Bini.

Alle 15 in punto, al terzo colpo di Cannone, il corteo più dolce d’Italia, partirà e darà il via all’edizione 2020 del Carnevale di Fano con l’immancabile sigla “Avanti e indrè” della Borghetti Bugaron Band, capitanato dalla Presidente Maria Flora Giammarioli, e il suo omonimo de Las Fallas di Gandia, dal Vulòn, dai Consiglieri della Carnevalesca, dall’amministrazione Comunale di Fano e la Sindaca di Gandia, da Omero Toso, vicepresidente della Fondazione Telethon, l’Atleta Paralimpico Vincenzo Boni, Federico Ielapi, giovane attore che ha interpretato Pinocchio nell’ultimo film di Matteo Garrone.

Il corteo passerà poi sotto la torretta della direzione dove gli speaker Simona Zonghetti e Francesco Boiani, accompagneranno con le loro inconfondibili voci, la sfilata. Terminato il primo giro, dove per quest’anno si è deciso di dare la giusta importanza ai carri e alla loro musica (durante il giro di presentazione il percorso resterà in silenzio per dare spazio alla presentazione dei carri) tutti pronti col prendi getto in mano. Anche quest’anno la ditta Rovelli, ha fornito 180 quintali di dolciumi (80% cioccolato 20% caramelle) che verranno lanciati dai 4 carri di prima categoria e da quello della Musica Arabita.

Ad aprire il corteo dei carri allegorici ci penserà El Vulón, realizzato da Mauro Chiappa dell’associazione Fantagruel. Il minicarro sarà seguito da La banda musicale “La Matta” di San Costanzo che precederà “I Giovani: Colore e Motore del mondo!, realizzato dal Liceo Nolfi/Apolloni. Un altro minicarro del maestro Mauro Chiappa e Associazione Fantagruel farà poi il suo ingresso sul viale: Barbie Greta, con la mascherata “Human Plastic Doll”, realizzata dalla fazione del Delfino, uno dei carri che ha suscitato più clamore dell’edizione 2020 del Carnevale di Fano.

Dalla satira all’amore il passo è breve con “La Marcia degli Abbracci gratis di Fano corteo che distribuirà un abbraccio a tutti coloro che lo vorranno.

Chiappa e Fantagruel di nuovo protagonisti con Super Azzurro, il nuovo carro griffato Pesce Azzurro che precederà la mascherata La Famiglia del Vulòn, splendida mascherata realizzata dalle fazioni Volpe e Delfino. Come presumibile, alle spalle della Famiglia del Vulòn spunterà il carro Carnevale di Fano, realizzato dall’associazione Carnival Factory, il primo carro “Cardioprotetto” nella storia del carnevale. L’associazione Fanocuore ha infatti messo a disposizione un defibrillatore per tutte le tre sfilate in programma. Il Carro ospiterà anche “Las Chicas Cuba Show”, ballerine e ballerini cubani che ci coinvolgeranno con un grande spettacolo. A seguire, il mini carro”Capitan Aset” di Luca Vassilich e Carnival Factory, da un’idea di Henry Secchiaroli, farà il suo ingresso, a seguire la mascherata della fazione della Volpe “La foresta dei violini”con il suo carro Potenza Inaudita di Matteo Angherà , realizzato assieme all’associazione Carnival Factory . sarà poi la volta dal carro dedicato a Costa Parchi Edutainment, storico partner del Carnevale di Fano.

La sfilata dei carri di 1^ Categoria proseguirà con Vita Natural Durante, realizzato da Anna Mantovani e da Carnival Factory, carro impreziosito dalla sfilata “Rivoluzione Planetaria” della fazione del Lupo. La 1^ categoria verrà chiusa da “E’ tutto nelle nostre mani” di Valeria Guerra e dell’associazione Gommapiuma per caso che potrà avvalersi delle coreografie e della mascherata “Il Mondo è nelle nostre mani” a cura di New Latin Accademy. Non è finita qui, perché la sfilata continuerà con “Leonardo da Vinci il genio del Rinascimento”, carro realizzato dall’associazione “Montale, un paese da vivere, Amici di Piticchio e Magnadorsa le tre botti”, secondo classificato alla 66^ Festa dell’uva di Arcevia. Ultimi, ma solo per tradizione e primi per storicità e “casciara”, “E’ Arabita” di Samanta Bartolucci, carro della Musica Arabita che come al solito, chiuderà la sfilata tra musica, batanaj e cori insieme agli Obelisco Nero.

Terminata la sfilata, con lo spettacolare giro della “Luminaria, alle 18,30 circa sarà invece il momento dei palchi mascherati, che verranno premiati da una giuria composta da giornalisti locali presso l’area del Pincio. Alle 18, via al Carnage Collective – Carnival Party che si svolgerà all’ex chiesa di San Leonardo. La chiusura della prima domenica di Carnevale sarà affidata, alle 19, al Gioco del Carnevale, che si svolgerà al Pincio e darà la possibilità ad un fortunato di vincere uno scooter 125 offerto da MZ di Mei Davide e C. Finale con musica e spettacolo in piazza XX Settembre, con il Dr Funkestein.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet