Successo per la mostra “Its All About Love” di Stefano Lotumolo

Recanati | Si è conclusa con un grande successo di pubblico la mostra di Stefano Lotumolo nella galleria Idill’io di Pio Monti, organizzata dal Circolo “Obiettivo per tutti”. La mostra, aperta al pubblico da venerdì 7 fino al 9 giugno, ha visto centinaia di visitatori che hanno molto apprezzato le immagini del fotografo freelance lucchese.

Nella serata di venerdì 7 giugno con un incontro nei locali del Circolo fotografico a Le Grazie  è stato presentato il suo libro dal titolo “Its All About Love”, da cui la mostra prende nome. A colloquio con l’autore la giornalista Nikla Cingolani, collaboratrice presso la galleria, la quale ha espresso soddisfazione per aver accolto una mostra che va controcorrente rispetto all’idea minimalista e concettuale della galleria; vuoto, silenzio, immobilità, sono stati sostituiti da saturazione, movimento, rumore. La scelta è stata ampiamente ripagata dalla visita di molti recanatesi e tanti giovani che sono accorsi in galleria.

La mostra, ridotta ad una selezione di foto per motivi di spazio,  si è distinta sia per il valore delle immagini sia per il suo allestimento. I numerosi ritratti, appesi su leggere strutture metalliche poste dentro e fuori la galleria, hanno catturato l’attenzione dei passanti suscitando in loro molte emozioni. Stefano Lotumolo usa la sua macchina fotografica per raccontare, con umiltà e umanità sconcertante, la vita dei popoli che egli incontra durante i suoi viaggi. Se in un primo momento le immagini possono ricordare lo stile di Steve McCurry, guardandole a fondo risultano più spontanee nella composizione. “Viaggiando ci si accorge che le differenze si perdono” scrive Italo Calvino ne Le città invisibili. Lo stesso è per Lotumolo, tanto che in un suo pensiero si legge: “Ho provato a trovare differenze tra le persone in giro per il mondo, ma non ci sono riuscito.” Così, davanti a queste immagini ci espone al confronto con realtà “altre” e davanti ad esse si sta come di fronte allo specchio in cui guardarsi e raggiungere la consapevolezza che l’altro sono io.

Stefano viaggia con la sua compagna Ludovica e insieme si dedicano a progetti umanitari in Africa come la realizzazione di due scuole in Senegal e portare l’acqua in due villaggi Masai.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet