Serra Sant’Abbondio, Palio della Rocca

Serra Sant’Abbondio, immersione nelle atmosfere medievali con il Palio della Rocca 7-8-9-16 settembre 2018. E’ il Palio che una comunità intera aspetta tutto l’anno e vive con passione. Ricerca e rievocazione storica, tradizione, folclore, cultura: il borgo di Serra Sant’Abbondio, in provincia di Pesaro e Urbino, ospita il 7, 8, 9 e 16 settembre la 32 esima edizione del Palio della Rocca, una delle rievocazioni più importanti e partecipate della regione Marche. Ad organizzarla, la Pro Loco e il Comune, con il patrocinio dell’assemblea legislativa delle Marche, Regione, Provincia, Camera di Commercio, Comunità montana del Catria e Nerone e Associazione marchigiana Rievocazioni storiche. Il Palio della Rocca riscuote anno dopo anno un successo di pubblico e critica sempre maggiori per la cura di ogni aspetto della rievocazione, la qualità del programma e la bellezza del luogo.

Il meraviglioso borgo di Serra Sant’Abbondio, ai piedi del monte Catria, a due passi dal Monastero di Fonte Avellana, si tufferà per un intero week-end in epoca medievale trasformandosi in un antico borgo del XV secolo.

La miscela vincente, che ogni anno attira tantissimi visitatori da tutta la provincia e non solo, sempre la stessa: la magia che la rievocazione storica sa trasmettere, le affascinanti atmosfere medievali e un borgo in cui sembra che il tempo si sia fermato.

La manifestazione si aprì nel 1986 per rievocare un momento significativo della storia di Serra Sant’Abbondio: l’edificazione da parte dell’architetto militare Francesco di Giorgio Martini, durante il governo del duca Federico da Montefeltro (1444-1482), della Rocca di Serra.

Ricchissimo come sempre il menù del Palio, impreziosito dalla presenza di gruppi storici e compagnie provenienti da tutta Italia. Quest’anno saranno presenti la compagnia Grifone della Scala, i musici Picari Frentani, la compagnia del Maggio, il gruppo Strix Falcon, tamburini e sbandieratori di Montecassiano e i gruppi celtici Cisal Piper e Sturm e Drunk. Tre le osterie dove degustare tipicità locali: Osteria de li Castelli, di Sant’Hona e la Taverna del Mandriano.

Nel paese, con la sfilata in costume, gli addobbi delle vie, l’apertura delle osterie e delle botteghe artigiane, si ricrea l’atmosfera tra la fine del ‘400 e gli inizi del ‘500.

Serra si trasformerà in un borgo medievale riproponendo arti e mestieri. Grazie a un dettagliato e approfondito studio dei costumi e dei modi di vita di quel periodo, verranno riproposti numerosi mestieri.

L’evento è sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi.

Serra aveva nel suo territorio tre Castelli: quello di Leccia, Colombara e Serra Sant’Abbondio o di Sant’Onda. In epoche successive vennero edificati i tre borghi: Montevecchio, Poggetto e Petrara. Questi tre castelli e borghi si contendono il Palio della Rocca raffigurante l’immagine di Sant’Abbondio, prete romano e martire sotto la persecuzione di Diocleziano, attraverso una spettacolare corsa delle oche, gioco molto in voga nel periodo medievale e rinascimentale.

Il momento più atteso, come tradizione, domenica 9, quando nel pomeriggio si terrà il Palio della Rocca. Al sesto rintocco della campana scatterà la storica disfida tra i castelli con la famosa e spettacolare corsa delle oche.

Si inizierà con la spettacolare parata in costume dei Signori dei Castelli e delle compagnie figuranti. Verranno accolti dal signore del castello principale accompagnati da un alfiere con lo stendardo simbolo del proprio castello e dalle oche protagoniste indiscusse della manifestazione seguite dal proprio caro.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet