“Scuola InComune” con più di 350 tra alunne e alunni delle Scuole Primarie recanatesi

Si conclude per questo 2019 il progetto “Scuola InComune” che ha visto la partecipazione di più di 350 tra alunne e alunni delle Scuole Primarie recanatesi. Il progetto giunto alla sua terza edizione è stato fortemente voluto dall’Assessora alla Pubblica Istruzione Rita Soccio che ha accolto e guidato le classi alla scoperta del Palazzo Comunale. “È un’esperienza che ha avuto un successo inaspettato e che nel corso di questi ultimi due anni abbiamo affinato e articolato per rispondere alle esigenze didattiche delle insegnanti ma anche ricercare un maggiore coinvolgimento delle alunne e alunni di ogni ordine e grado della nostra città”. Dichiara l’Assessora Soccio, che continua “Il progetto “Scuola InComune” è un vero e proprio strumento di educazione civica, grazie al quale si svela la straordinaria storia del nostro Palazzo Comunale (edificato per il primo centenario dalla nascita di Giacomo Leopardi), si spiega il funzionamento del consiglio comunale, e si va in visita degli uffici strategici quali quello tecnico, anagrafe e polizia municipale. Al percorso alcune scuole aggiunge anche la visita alla biblioteca e alla mediateca. Le alunne e gli alunni coinvolti sono sempre molto curiosi e preparati con domande pertinenti e a volte inaspettate, grazie al prezioso lavoro in classe che svolgono con le insegnanti. Tutto il progetto è possibile grazie alla collaborazione che ogni ufficio comunale offre per le proprie competenze e alla passione e attenzione che tutti trasmettono nel raccontare il proprio lavoro, ai nostri piccoli cittadini”. In questa prima parte dell’anno le scuole primarie in visita sono state per l’Istituto Comprensivo “Gigli”, le scuole “Pintura del Braccio”, “B. Gigli” e “L. Lotto”, per l’Istituto Comprensivo “Badaloni” la scuola “Le Grazie”.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet