Recanati “Città che legge”

Recanati è tra le 363 “città che leggono” che parteciperanno ai bandi emanati dal Centro per il Libro e la Letteratura. L’obiettivo è di attribuire finanziamenti e incentivi che premino i progetti più metitevoli in base alle categorie che saranno definite. Il significativo riconoscimento, arrivato direttamente dal MIBACT, è stato ottenuto attraverso progetti come “Nati per Leggere”, “Libriamoci”, servizi di audiolibri. Un percorso formativo della Biblioteca Comunale svolto con regolarità che ha permesso la candidatura del Comune all’avviso pubblico emanato dal “Centro per il Libro e la Lettura”, d’intesa con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI). Una “Città che legge” garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri, rendendo la lettura veicolo di crescita socio-culturale che, tramite iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni, mobilitino i lettori e incuriosiscano i non lettori, oltre che aderire a progetti nazionali tra quelli del Centro per il Libro e la Lettura. Felice l’assessore Rita Soccio che in una nota del Comune afferma: “Sono estremamente soddisfatta per il conseguimento di questo importante riconoscimento – ha sottolineato l’Assessore alle Culture Rita Soccio – Essere identificati come Città che legge, testimonia la qualità del lavoro svolto per la promozione e la valorizzazione della lettura. Questa certificazione è uno stimolo per fare sempre meglio e favorire iniziative che rafforzino nei cittadini il piacere di leggere”.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet