RECANATI: successo per le campagne di solidarietà

I recanatesi uniti per aiutare le famiglie in difficoltà  con le scatole sospese e la colletta alimentare anti spreco  

La comunità di Recanati ha risposto con successo agli appelli  di solidarietà lanciati dal Comune in collaborazione con le Associazioni alle iniziative delle scatole sospese e  della raccolta alimentare  di cibi natalizi non utilizzati.

“Quando lanciamo questo tipo di iniziative siamo certi che le risposte arrivano in abbondanza. – Ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi – Perché la nostra comunità sa essere solidale, quando è interpellata. Un ringraziamento particolare alla cittadinanza, alle nostre Associazioni di volontariato e alla Protezione civile, sempre pronti ad accogliere le chiamate e alla condivisione.

Recanati notoriamente in prima linea  su questi importanti temi di solidarietà,  anche in questa occasione è scesa in campo sia nell’iniziativa delle scatole sospese, dove i cittadini hanno regalato cinque tipi di cose diverse: qualcosa di dolce, qualcosa per la cura di sé, un passatempo, del vestiario morbido e caldo, un bigliettino con un pensiero e  sia  nella colletta di generi alimentari non utilizzati, durante le feste,  tra cui panettoni,  dolci di vario tipo,  legumi, zamponi, formaggi e frutta secca.

Una donazione di generi alimentari che insieme al contrasto allo spreco, con il  recupero e la ridistribuzione alle famiglie in difficoltà, da forza a sentimenti di  solidarietà e anche  di consapevolezza a salvaguardia dell’ambiente come ha sottolineato  l’Assessore Michele  Moretti al lancio dell’iniziativa.

“Non si tratta di un atto di mera carità, anche se nella carità c’è anche il senso profondo dell’amore per il prossimo, quanto piuttosto di fare un esercizio di allargamento dei propri confini, per prendere in considerazione realtà a cui spesso preferiamo non pensare.

– Ha affermato l’Assessora alle Politiche Sociali Paola Nicolini –  E queste realtà, frutto di pesanti disuguaglianze che la pandemia e quanto ne è conseguito sul piano delle scelte politiche e delle ripercussioni forti sul mondo del lavoro hanno persino accentuato, stanno aumentando. Questo tipo di iniziative, che ‘scomodano’ la nostra tranquillità, possono aiutarci anche a riflettere sul mondo che esiste fuori dalle mura delle nostre case.”

Oltre 400 sono state le scatole sospese raccolte e distribuite dalla Croce Gialla grazie anche all’impegno di Altra Eco, Bottega del commercio equo, Comitato di quartiere Montefiore, Comitato di quartiere Castelnuovo e Protezione Civile.

E oltre 50 pacchi alimentari con cibi natalizi sono stati  raccolti da Altra Eco, Bottega del commercio equo, Circolo Acli dell’Addolorata e Protezione Civile.

Sono stati inoltre donati  dai cittadini anche dei buoni acquisto per alimenti che saranno consegnati alla Caritas per essere distribuiti a persone o famiglie in difficoltà.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet