RECANATI si aggiudica altri 5 milioni di euro dai fondi del PNRR

Contributi ai Comuni per progetti di rigenerazione urbana: firmato il decreto interministeriale. Sindaco Bravi: “Tutti i progetti presentati sono stati accolti grazie al grande  lavoro di squadra con la  Giunta il Consiglio e i nostri uffici”

Cinque milioni di euro in arrivo a Recanati per opere di rigenerazione urbana per il  miglioramento del tessuto ambientale e sociale della città che coinvolgono i settori didattici, sportivi, culturali e di residenza pubblica. La città dell’infinito  è risultata infatti tra i comuni beneficiari dei contributi da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana da parte del Ministero dell’Interno. L’ufficialità è arrivata nelle scorse ore con la firma del decreto. 

“Non potevamo festeggiare il nuovo anno con una notizia migliore– ha dichiarato il Sindaco di Recanati Antonio Bravi – tutti i progetti presentati sono stati accolti e questo dimostra la grande capacità del lavoro di squadra fatto con la Giunta il Consiglio e la professionalità dei nostri uffici tecnici, capitanati dall’Arch. Maurizio Paduano al quale va un ringraziamento particolare per aver centrato gli obiettivi strategici del bando. Sono interventi volti a migliorare la vita dei recanatesi  in tutta la città,  studiati con una particolare attenzione alla socialità e all’ambiente che faranno crescere  la qualità del decoro urbano.”

Finanziamenti importanti che prevedono l’arrivo di  una serie di tranches fino al 2026 per i sette progetti che hanno partecipato al bando del Ministero  per la rigenerazione urbana distribuiti in tutte le diverse aree della città.

Finalmente Recanati si riapproprierà del Castello di Montefiore, è stato infatti finanziato il progetto  di restauro e rifunzionalizzazione dell’antico Castello da adibire a contenitore per la promozione delle attività culturali e sociali della città per un importo di 1.700.000 euro.

Tre i finanziamenti ottenuti per il miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale del Rione di Castelnuovo e riguardano in particolare:

-l’intervento sull’immobile “ex Asilo Carancini” da adibire a centro polivalente  culturale sociale ed educativo a servizio del quartiere per un importo di  600.000 euro;

-l’intervento di riqualificazione del campetto di calcio e del parcheggio pertinenziale da adibire a impianto sportivo polivalente indoor a servizio del quartiere e del plesso scolastico adiacente per un importo di 600.000 euro;

– l’intervento di riqualificazione dell’ex cortile delle Clarisse da adibire a spazio pubblico polivalente  con la creazione di un nuovo parcheggio per un importo di 400.000 euro.

Gli altri progetti finanziati riguardano:

-i lavori di ristrutturazione per il riuso del verde pubblico attrezzato e dei manufatti esistenti nell’area comunale di Via degli Alpini, ex Club Aquila,  per la creazione di un luogo di aggregazione e socializzazione a servizio dei Quartieri Mercato – San Francesco per un importo di 400.000 euro;

-interventi di restauro e riqualificazione dell’edificio comunale “ex Filanda Mattutini” all’interno del centro città  a ridosso dell’area Camper, da adibire a centro polivalente per attività sociali e ricreative per un importo di 500.000 euro;

– interventi di restauro e riqualificazione di alcuni locali comunali adiacenti al Museo cittadino Villa Colloredo Mels per l’implementazione dell’offerta museale culturale e turistica di Recanati, per un importo di 800.000 euro.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet