RECANATI: inaugurata la mostra “Tulli per Giacomo”

“Tulli per Giacomo” questo il titolo della mostra  inaugurata oggi  al Museo Civico Villa Colloredo Mels  a cura di Nikla Cingolani.

Trentatré opere dedicate alla figura di Giacomo Leopardi, di Wladimiro Tulli, artista di rilievo internazionale che ha segnato il territorio marchigiano con il suo segno guizzante unico e irripetibile di marca futurista.

Da oggi è possibile ammirare il patrimonio artistico che Wladimiro Tulli ha donato con grande generosità alla città di Recanati, in occasione del centenario della sua nascita, il 4 settembre del 1922, con la mostra “Tulli per Giacomo“- ha dichiarato il Sindaco di Recanati Antonio Bravi -.  E’ proprio nella nostra città che Tulli, in giovane età nel 1937, incontrò  la prima volta  Filippo Tommaso Marinetti, il fondatore del movimento futurista che si trovava a Recanati per commemorare Giacomo Leopardi nel centenario della morte. Punto d’incontro, origine o approdo qualunque sia la posizione di Recanati nei secoli,  il suo ruolo è da sempre  quello  di un luogo del cuore permeato dal Genius loci di Leopardi, dove le emozioni evocate dalla sua  impronta poetica sono tangibili e le opere di Tulli, nel dialogo artistico con il Poeta, hanno lasciato un segno originale ed indelebile nella nostra identità e memoria collettiva.”

La mostra a Recanati è la prima di una serie di iniziative culturali dedicate a Tulli  per celebrare il centenario della sua nascita avvenuta il 4 settembre del 1922 che vede coinvolti in rete oltre a Recanati,  il Comune di Macerata capofila del progetto, il Comune di Civitanova Marche e la Fondazione Carima, con il contributo fattivo della Regione Marche e la collaborazione dei familiari di Tulli, nelle persone della figlia Carla e del fratello Piero Alberto. Una celebrazione corale per rendere  omaggio ad uno dei grandi artisti maceratesi del ‘900 nonché ad uno degli “ultimi dei futuristi”.

“La mostra “Tulli per Giacomo”  è la testimonianza del felice incontro dell’arte pittorica di Tulli con la poetica di Leopardi, un lungo ed intenso dialogo spirituale che ha dato vita a nuove idee, sentimenti ed immagini, nuove energie capaci di diffondersi e moltiplicarsi – afferma l’Assessora alla Cultura Rita Soccio – Ho avuto la fortuna di conoscere Wladimiro Tulli da studentessa all’Accademia di Belle Arti a Macerata e oggi sono felice di celebrare la sua  figura di grande artista con l’esposizione delle  trentatré opere dedicate a Leopardi e donate alla città, nel nostro Museo civico di  Villa Colloredo Mels. Un’ iniziativa importante nata in rete tra Comuni in nome dell’arte e della cultura per la promozione dei territori.”

L’interesse di Tulli per Giacomo Leopardi, ma non solo, nasce quando, ancora giovanissimo, ascolta a Recanati la conferenza futurista di Filippo Marinetti sul poeta. Comincia da quel momento il suo interesse per l’arte, il cinema e la pittura. L’artista è uno tra i più interessanti protagonisti italiani della grande avventura ”aniconica” della seconda metà del ‘900, ma con radici che affondano negli anni Trenta, quando approda alla maturità delle prime sperimentazioni. Sono infatti del 1938 le prime convincenti prove di ”aeropittura” con cui Tulli coniuga il suo chiaro ed armonico ritmo compositivo assieme al dinamismo caro alla tradizione futurista.

La frequentazione dell’artista con la poetica di Leopardi proseguirà poi nel tempo. Come ricorda, infatti, la curatrice Nikla Cingolani: “Più volte Tulli è tornato a Recanati, una di queste in compagnia di Alberto Burri, altro grande protagonista del Novecento, con il quale ha trascorso un “pomeriggio straordinario e indimenticabile“. Questa assiduità ha legato in modo particolare la città con l’artista e la mostra ne è la prova. Tulli per Giacomo è una mostra “con” Giacomo. Le opere qui presenti sono la dimostrazione dell’intesa e del dialogo profondo tra il massimo Poeta e l’artista che, ancora oggi, ci entusiasma e coinvolge.

A Villa Colloredo Mels sono esposte le trentatré opere di Tulli donate dall’artista stesso al Comune di Recanati fino al 18 aprile prossimo.  Una parte delle opere che Tulli dedicò a Giacomo Leopardi con una grande mostra nel 1997 a Recanati a cura del Centro Nazionale Studi Leopardiani dal titolo “Tulli per Giacomo. Wladimiro Tulli opere 1938 – 1997”. Un’esposizione che nel 1998 fu trasferita prima a Parigi, presso il Centro municipale di Issy-Ies-Moulineaux, e poi nel 1999 a Biella.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet