Recanati chiama, Leo Nucci risponde

Il baritono omaggerà Gigli il prossimo 6 ottobre sul palco del Teatro Persiani. Dopo un’estate pregna di eventi che ha visto l’opera lirica emergere a suon di “tutto esaurito” in un calendario di oltre cento appuntamenti promossi dal Comune di Recanati, la città si prepara alla stagione invernale offrendo uno spettacolo d’eccezione.

A dar seguito, all’invito personale del Sindaco Francesco Fiordomo e del Maestro Luigi Vincenzoni coadiuvati nell’organizzazione dall’Assessore alle Culture Rita Soccio, sarà il grande baritono Leo Nucci che, come preannunciato nelle scorse settimane, calcherà il palco del Teatro Persiani di Recanati il prossimo 6 ottobre alle ore 21.15, in occasione del restauro della tomba dell’illustre concittadino Beniamino Gigli.

Nucci, interprete celebrato in tutti i più importanti teatri del mondo, con 50 anni di carriera alle spalle, è stato insignito nel 2014 dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e di Cittadino Onorario della Città di Recanati. E’ considerato il Rigoletto più famoso al mondo per aver interpretato questo ruolo oltre 530 volte e vanta una carriera intensa e longeva nei più prestigiosi palchi al mondo, dalla Royal Opera House di Londra al Metropolitan di New York passando per il Gran Teatro del Liceu fino all’Opera di Parigi e Salisburgo.

Con un artista di questo calibro lo spettacolo al Teatro Persiani non potrà che esprimersi in tutta la sua suggestione, arricchito inoltre della performance dei dieci elementi dell’Ensemble musicale del Gigli Opera Festival.

Un recital, un evento, un’esperienza unica ed irripetibile che renderà l’omaggio a Gigli ancor più prestigioso in quanto guidato dal Maestro Riccardo Serenelli, Direttore dell’Accademia lirica di Recanati e Direttore artistico del Gof.

A seguire, nelle prossime settimane, la conferenza stampa di presentazione degli eventi in calendario.

Ufficio Stampa Gof

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet