Questo è il cambiamento di Simonacci? No, è il ritorno agli amministratori dei debiti e dei derivati.

Nota della coalizione civica “Il cambiamento continua con Antonio Bravi Sindaco” | Trovi sulla scheda Simone Simonacci. In realtà voti per gli amministratori della prima repubblica recanatese, quelli dell’immobilismo, del tirare a campare, dei debiti fuori bilancio e della finanza creativa. Cinque candidati Sindaco perdenti (Paoletti, Bartomeoli, Giaconi, Bertini, Grufi…) tutti al fianco di Simonacci. Questo sarebbe il nuovo? Questo sarebbe il cambiamento? Vogliamo riportare le lancette indietro e tornare alla città sull’orlo della bancarotta? Sabrina Bertini accusa Antonio Bravi per la mancata condivisione sulle strategie relative agli IRCER. Chieda al collega Maurizio Paoletti che accettò dal Comune il bidone delle Clarisse per quasi 3 milioni di euro. Chiedete al già assessore e candidato Sindaco Roberto Bartomeoli dei derivati e dei debiti fuori bilancio. Milioni di euro. Al geometra Alfredo Mancinelli, al già presidente del consiglio Giaconi, al consigliere Pepa, all’ex assessore e presidente Grufi. La vicenda dell’ex Mattatoio, delle aree intorno allo Stadio Tubaldi,  i PIP a Squartabue… Il candidato che viene dalla luna non può dimenticarsi dei suoi sostenitori. A volte ritornano! Vogliamo tornare indietro di 10 anni o proseguire sulla strada del buon governo e del cambiamento? Vogliamo la Recanati con il bilancio sano o quella della finanza creativa e dei debiti? Vogliamo la Recanati con il Parco di Villa Colloredo abbandonato, la Cattedrale chiusa, il Colle dell’infinito ed i Giardini nel degrado? A volte ritornano. La scelta é semplice.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet