PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Il Monumento di Giacomo Leopardi” di Antonella Chiusaroli

Comunicato Stampa | Venerdì 8 novembre alle ore 17,30 presso l’Aula Magna del Comune di Recanati verrà presentato il libro “Il Monumento di Giacomo Leopardi a Recanati” da parte dell’autrice Antonella Chiusaroli, docente di arte presso la Scuola Secondaria “San Vito” e curatrice del corso “Beni Culturali del territorio” dell’Università di Istruzione Permanente “Don Giovanni Simonetti” di Recanati. La pubblicazione è frutto del lavoro di ricerca intrapreso dalla prof.ssa Chiusaroli nell’anno accademico 2018-2019 per l’Uniper e da lei successivamente sviluppato alla luce dei documenti presenti nell’Archivio Storico del Comune di Recanati e nella Biblioteca Benedettucci. L’opera vuole essere un omaggio non soltanto a Giacomo Leopardi, nel bicentenario della composizione dell’Infinito, ma anche allo scultore del monumento a lui dedicato, Ugolino Panichi di Ascoli Piceno, il cui nome è sconosciuto ai più. Si tratta di un atto riconoscenza dovuto ad un artista di grande spessore che non riuscì a raccogliere i meriti del proprio lavoro per diverse ragioni, non ultima la sua prematura scomparsa a 43 anni (nel 1882), prima che la statua in oggetto fosse ultimata (seppur inaugurata nel 1880) e prima della ricorrenza del primo centenario della nascita di Leopardi, nella quale avvenne l’inaugurazione della Piazza e del Palazzo Comunale e, contestualmente, quella della statua completata con i gruppi scultorei in bronzo che Panichi aveva progettato ma non era riuscito in vita a realizzare.

Il libro ricostruisce la travagliata storia del monumento e del suo artefice, contrassegnata da critiche, difficoltà finanziarie, lentezze procedurali ed imprevisti, il tutto documentato dagli atti consiliari e dai carteggi che l’autrice ha scrupolosamente e sapientemente raccolto, studiato, trascritto ed interpretato.

Presenterà il libro, oltre ad Antonella Chiusaroli, la docente Paola Magnarelli dell’Università di Macerata. Interverranno Aurora Mogetta, Rettore dell’Uniper, Rita Soccio, Assessore alle Culture Turismo e P.I. e lo scultore Marco Cingolani. La partecipazione di quest’ultimo è stata voluta dall’autrice per creare un ponte tra la scultura di ieri e quella di oggi, nell’augurio che il materiale prodotto grazie alla ricerca documentaria non serva soltanto a restituire al monumento il giusto spessore storico, oltre a quello commemorativo, ma diventi materiale vivo per le nuove generazioni.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet