“Poeti giardinieri” il laboratorio delle Scuole Primarie di Recanati

Anche le Scuole Primarie di Recanati hanno celebrato il bicentenario de L’Infinito con un laboratorio di poesia dal titolo “Poeti giardinieri”. Il progetto accolto da insegnanti e alunni con grande entusiasmo è stato voluto fortemente dall’Assessore alle Culture e Pubblica istruzione Rita Soccio che commenta – “In questi anni abbiamo investito e potenziato le nostre scuole con progetti mirati a sviluppare le competenze e le abilità delle nostre alunne/alunni e Poeti giardinieri ne è un esempio virtuoso. Iniziato lo scorso anno in onore di Giacomo Leopardi e del Bicentenario de L’Infinito è stato concepito per far apprezzare e amare la poesia fin da piccoli. Considerando la valenza e il legame che la poesia riveste per la nostra città, il progetto sarà riproposto anche per il prossimo anno scolastico. La nostra azione amministrativa continua a investire nella scuola e nella cultura perchè fermamente convinti che in questo modo potremmo avere in futuro una società migliore”. Il progetto che ha coinvolto le classi primarie dei due Istituti Comprensivi “Badaloni” e “Gigli”, si è sviluppato in due momenti diversi con il tema sull’Infinito e l’altro più sociale su come rendere il mondo un posto più bello. I laboratori sono stati tenuti dalla prof.ssa Colomba Di Pasquale che ha guidato i piccoli poeti a una lettura partecipata e workshop di scrittura creativa. La scelta del titolo Poeti “giardinieri” prende spunto da una quartina di Vivian Lamarque che esprime la semplicità dello scrivere poesia perché basta una matita e un pezzo di carta come per il prato fare un filo d’erba una margherita. Per il tema sull’Infinito ci si è soffermati sull’interpretazione di Elio Germano nel film “Il giovane favoloso” proprio nella parte in cui declama i 15 versi con sottofondo “Il sogno” di Shumann. L’asciuttezza e la semplicità sono stati gli elementi cardine per la produzione di veri e piccoli poemi. A corredo delle poesie sono stati realizzati dei disegni e delle pirografie che li interpretassero in forma allegorica/simbolica/stilizzata.

Prodotto finale

Vorrei…

un futuro di cose belle
un gatto peloso e morbido
giocare a basket perché divertente diventare un calciatore
fare la pattinatrice
salvare gli animali dall’inquinamento essere amico di tutti

il rosso l’arancione il giallo
e le sfumature del blu insieme al rosso

viaggiare nello spazio
e prendermi uno spazio nello spazio

stare in famiglia
e aprire tanti regali a Natale

essere una persona importante che veglia sul mondo ogni istante

Classe Terza – Scuola Primaria “C.Urbani” I.C. “N. Badaloni” – Recanati –
Progetto: Poeti “giardinieri” – 21 Marzo 2019

C’è natura intorno a noi

In primavera arriva la colomba, così candida,
così silenziosa.
Fiori colorati nel prato,

api che succhiano il polline, farfalle che volano,
alberi alti
ed erba fresca.

Sono importanti per noi
e gli altri animali.
La calma della montagna entra dentro di me,

mi fa rilassare:
senza un animale non sappiamo stare. L’acqua calda ti cura delle lacrime
che cadono dal tuo viso.
Non avere paura di riposarti nella pianura!

Che bello rispettare la natura, volar sulle nuvole e cantar, essere più buoni!

Classe Terza A – Scuola Primaria “Le Grazie” I.C. “N. Badaloni “ – Recanati –
Progetto: Poeti “giardinieri” – 21 Marzo 2019

Oltre la siepe

un mare limpido con tanti pesci mare dolce mare blu splendente

suonare la chitarra la prima volta è stato bellissimo
ho imparato il mi minore e il re

strumento magico bianco e nero melodia meravigliosa

alberi arcobaleni
giardino infinito
i petali della margherita bianco intenso cadono e il vento li spinge
verso la siepe

l’abbraccio forte di mamma
un altro uguale non lo troverò mai

come un’opera d’arte l’universo e le stelle

Classe Terza B – Scuola Primaria “Le Grazie” I.C. “N. Badaloni” – Recanati –
Progetto: Poeti “giardinieri” – 21 Marzo 2019

Al chiaro di luna

vorrei

riportare in vita il mio cane e il mio gatto rivedere i nonni e abbracciarli
viaggiare in posti diversi
imparare tante lingue

cavalcare una stella
arrivare sulla luna da te
come un uccellino appena nato
che va dalla sua mamma per nutrirsi

essere

immortale
leggera come un cardellino canterino libera come un gatto
che salta e salta nell’infinito
con una nuvola rosa
invisibile

guardo il cielo e le stelle
mi stendo sul prato
come un fiore appena sbocciato

in un mondo di pace saremmo tutti felici

Classe Terza A – Scuola Primaria “San Vito” I.C. “N. Badaloni” – Recanati –
Progetto: Poeti “giardinieri” – 21 Marzo 2019

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet