Montagne russe

Ernst Ludwig Kirchner “Amanti- Antartico bacio”, 1930

Montagne russe

di Alex Bloise Diana

Vuoti d’aria e stomaco a capriole.
Parole decorate e regalate
giorno dopo giorno
per toccare dove il tatto non approda e
voce per abbeverare l’arsura del giorno dei secoli
ed accarezzare dove il sussurro non arriva a soffiare e
doni di versi dove il dettato del cuore è effimero
e il senso è solo un palloncino che si libra in aria.
Così sale il cuore portando con sé sensazioni
rimaste sotto il torpore del riparo 
ed emozioni affamate delle omissioni di brezza
che qui trovano spazio di volteggio e
afflato di divinità.
Poi discesa ardua
asfissia e piroette di stomaco
parole mute dove il tatto si necessita
e voce calda e malinconica dove è greve la consapevolezza
e versi privi di suoni dove il senso è un masso enorme
che spinge a terra.
Così il cuore è disfatto da sensazioni e
il battito grida all’ineluttabile.
Prepotente
l’afflato della possibilità.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet