Meraviglia terrestre

Immagine di copertina: Antonio Ambrogio Alciati, “L’incontro”, 1918

Meraviglia terrestre

di Jessica Vesprini

Questo sangue, che m’infiamma
sembra l’ultima bolla di vita
tra la foschia di ossa pietrificate
e teste infilate in sacchetti di plastica.
Rimpolpa le labbra spaccate,
bagna la lingua di linfa.
Nell’intimità di un bacio
entri e m’invadi l’anima,
con tutta la meraviglia terrestre,
passione cupa e intima,
potente e terrificante.
Mi riversi in bocca
le parole stente e gobbe
e mi salvi dal cadere
consecutivamente in me stessa.
Sacramento del peccato,
respiro e lentezza,
benedetta maledizione.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet