MARIO CALBUCCI A CACCIA DI CONFERME INTERNAZIONALI IN OCCASIONE DELL’EUROPEO FORMULA KITE

Irene Tari approda a Oristano per consolidare la sua crescita tecnica e atletica | Il presidente Mazzaferro: “un test importante con i migliori atleti del panorama continentale”

Torregrande (OR, 25 settembre 2019. Sale oggi il sipario sul Campionato Europeo Formula Kite, competizione che si svolgerà in Sardegna, presso la spiaggia di Torregrande a Oristano, dal 25 al 29 settembre 2019. La manifestazione, organizzata dall’Asd Eolo Beach Sport, sotto l’autorità dell’IKA (International Kiteboarding Association) e della Federazione Italiana Vela costituisce l’evento principale della “Open Water Challenge” che, giunta alla decima edizione, arricchisce il già fitto calendario di eventi cittadini nell’anno in cui Oristano è “Città europea dello Sport”.

Nella giornata di ieri, sono arrivati a Torregrande 90 tra i più forti campioni della neonata categoria olimpica che si contenderanno il titolo di Campione Europeo Assoluto Formula Kite. In totale, prenderanno parte alla kermesse sarda 60 uomini e 30 donne, provenienti complessivamente da 22 nazioni.

Occhi puntati sul neo campione italiano in carica, Mario Calbucci, già al decimo posto del ranking internazionale, che in Sardegna andrà a caccia dei metalli pesanti, migliorando il risultato del mondiale a  Campione del Garda in cui chiuse 14esimo assoluto e secondo italiano.

Diversi gli obiettivi della giovane esordiente, Irene Tari, reduce dalla medaglia d’argento femminile al Campionato Italiano Classi Olimpiche e da pochi mesi passata sul Formula Kite, che sfrutterà questo campionato per proseguire nel suo processo di apprendimento tecnico e di familiarizzazione con il nuovo mezzo.

“Terragrande è un test utile per vedere come si è evoluto il livello dei nostri atleti rispetto ai loro avversari stranieri”, la dichiarazione di Cristiana Mazzaferro, presidente del Club Vela Portocivitanova. “Naturalmente – continua Mazzaferro –  La novità della disciplina ha richiesto a tutti gli attori di questo movimento sportivo un grande sforzo di aggiornamento e chi prima si è mosso ha tratto maggiori vantaggi. Gli atleti sono stati chiamati ad apprendere quelle che sono le tecnicalità e le strategie di una regata velica, qualcosa che finora ha riguardato soltanto i velisti che gareggiavano su imbarcazioni vere e proprie.  Mi aspetto buoni risultati da parte di Mario, che ultimamente ha lavorato moltissimo sulla velocità e ma anche sulla gestione tattica e strategica della regata. Per Irene, invece, questo è il secondo evento internazionale: ha lavorato sull’apprendimento dei fondamentali della vela e mi auguro che faccia tesoro di questa partecipazione per continuare la sua crescita”.

Dal punto di vista meteo-marino, sembra che la Sardegna accoglierà al meglio i concorrenti in lizza per il titolo continentale: nelle prime due giornate è previsto vento moderato da Ovest-Nord Ovest; con onda formata soprattutto giovedì 26 e venerdì 27, in attenuazione nei giorni successivi.

Info e classifiche: http://internationalkiteboarding.org/

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet