Management dello Sport, la nuova proposta formativa dell’I.I.S. “V. Bnifazi”

“Non si tratta di un nuovo indirizzo scolastico ma della curvatura di un indirizzo già esistente, i servizi commerciali, su quello che sono gli aspetto sportivi.” Così il dirigente scolastico Claudio Bernacchia ha illustrato le motivazioni della nuova proposta dell’I.I.S. “V. Bonifazi” di Recanati, ieri mattina in conferenza stampa. “E’ stato scelto lo sport – ha continuato il dirigente – perchè è un momento di coinvolgimento e ha un chiaro riferimento a quelle che sono le competenze  di cittadinanza e costituzione che ogni cittadino dovrebbe avere, ovvero il rispetto delle regole. E’ molto importante per i ragazzi saper rispettare le regole e vivere la sconfitta non come un dramma ma come un fatto concreto di valore educativo.” L’augurio di avere la prima classe di Management dello sport e degli eventi sportivi arriva da Rita Soccio, assessora alle Culture e Pubblica Istruzione: “Conosco molto bene la realtà del professionale Bonifazi perchè ho insegnato grafica per 17 anni  a Civitanova e so come i ragazzi siano interessati ad esperienze nuove. Mi sembra un’iniziativa lungimirante  grazie a queste curvature permesse dall’autonomia scolastica.” Un augurio anche dalla vicepreside Daniela Patriarca e dal delegato allo sport Sergio Bartoli il quale è rimasto molto colpito dall’entusiasmo per la proposta che rappresenta uno sbocco lavorativo visto che all’interno delle associazioni sportive ci vogliono i professionisti del settore. Infine ha espresso il proprio rammarico verso il Coni che ha “ingiustamente lasciato” l’attività motoria nelle scuole, ora gestita a spese del Comune. Ad illustrare il progetto è stata la direttrice della sede di Recanati Valentina Carboni:

SERVIZI COMMERCIALI- MANAGEMENT DELLO SPORT E DEGLI EVENTI SPORTIVI

Con la nuova caratterizzazione l’I.I.S. “V.Bonifazi” di Recanati, conferma la sua vocazione ad essere un Istituto attento alle richieste e alle esigenze professionali del territorio, proponendo un’’innovativa e valida offerta formativa per le nuove generazioni sia in termini di acquisizione di competenze che di sbocchi lavorativi.

“scendere in campo, giocare di squadra, superare il traguardo …”

La caratterizzazione in Management dello Sport e degli eventi sportivi, offre agli iscritti la possibilità di acquisire competenze che li rendono in grado di gestire efficacemente i processi e delle funzioni organizzative e gestionali legate al mondo dello sport.

E’ stata strutturata per soddisfare il crescente fabbisogno di competenze aziendali, richieste dal territorio, nel settore sportivo ed è caratterizzata da una notevole interdisciplinarietà.

Obiettivi

Acquisire conoscenze e competenze in ambito economico, gestionale e giuridico, indispensabili per un efficace ed efficiente governo sia di organizzazioni sportive che di enti ed imprese che investono nello sport. Il percorso di studi si propone lo scopo di preparare diplomati in grado di attivare un valore aggiunto nelle organizzazioni sportive.

Didattica

Didattica interattiva, con una significativa integrazione tra lezioni d’aula, incontri con esperti e professionisti del settore sport, esperti e tecnici delle realtà sportive del territorio, inoltre prevede lo svolgimento di case studies ed esercitazioni pratiche per consolidare e applicare correttamente i concetti spiegati e appresi.

Profili professionali

I diplomati potranno entrare nel mondo del lavoro come tecnici responsabili di funzione in diverse tipologie di organizzazioni sportive (federazioni, leghe, società sportive professionistiche e dilettantistiche), in imprese che investono nello sport (sponsor e merchandising) e in enti territoriali che si pongono l’obiettivo di generare sviluppo economico, culturale e sociale su un territorio attraverso eventi sportivi. Altri sbocchi lavorativi sono rappresentati dall’attività imprenditoriale e dalla consulenza, sia all’interno di società focalizzate sul settore sport sia come liberi professionisti.

In particolare in tutti quei settori dove è necessaria la presenza di : e organizzatori e coordinatori di eventi sportivi agonistici e di tipo amatoriale, di attività fisica di carattere ricreativo, educativo, sportivo, in strutture pubbliche e private; e consulenti di società ed organizzazioni sportive, dirigenti, gestori di palestre e centri sportivi pubblici e privati; consulenti per le strutture impiantistiche e dello sport sul territorio; operatori nella comunicazione e gestione dell’informazione sportiva.

STRUTTURA DEL PERCORSO

La metodologia didattica prevede un mix di attività che hanno l’obiettivo di sviluppare competenze, abilità e conoscenze attraverso:

Ore curriculari di scienze motorie e sportive: un’ora settimanale in più rispetto agli altri corsi di studio superiore, con 3 ore settimanali totali –

Moduli in aula: esposizione e discussione dei concetti teorici e degli strumenti operativi, analisi di casi di studio, esercitazioni individuali e di gruppo, scambio di esperienze

Meeting Sport Leaders: confronto con esperti e testimonial del mondo dello sport nazionale per l’approfondimento dei temi più rilevanti del management sportivo

Field Visits: visite di organizzazioni sportive locali e nazionali per conoscere direttamente le principali organizzazioni sportive e le sfide nell’integrazione dei risultati culturali, sportivi e finanziari. Partecipazione ad eventi sportivi di rilevanza locale e nazionale. (Centro Tecnico Federale Coverciano, Internazionali Tennis, Coni-Roma….)

PCTO ( EX ASL): percorsi di alternanza scuola lavoro presso organizzazioni sportive locali e /o all’estero con i percorsi ERASMUS PLUS

BIENNIO: nel corso dei primi due anni l’attività formativa sarà diretta alla conoscenza e all’approfondimento degli sport di squadra, individuali e dell’atletica leggera.

Gli iscritti avranno la possibilità di praticare le diverse discipline sportive presso strutture del territorio convenzionate con la scuola.

TRIENNIO: nel corso del triennio verranno affrontati moduli tematici professionalizzanti In particolare:

  • Management delle società sportive
  • Management degli eventi e degli impianti sportivi
  • Governance dello sport
  • Profili giuridici e aspetti contrattuali dello sport
  • Teoria, tecnica e didattica dello sport di squadra e individuale
  • ruolo dell’istruttore e dell’arbitro, ufficiali di gara
  • Sport, benessere cognitivo e psicologico

ULTERIORI OPPORTUNITA’:

Giornalismo sportivo: nel corso del quinquennio gli studenti interessati potranno collaborare con testate locali e conseguire il patentino di giornalista pubblicista.

Brevetto sportivo: La legge del 27 dicembre 2017 n. 205 prevede che i tecnici sportivi (istruttori, allenatori e maestri) di ogni disciplina riconosciuta dal CONI debbano avere una certificazione che attesti la propria qualifica e il percorso formativo svolto. Agli studenti che praticano sport ad alti livelli sarà data la possibilità di conseguire il titolo di tecnico sportivo durante il percorso scolastico.

Corso base pilotaggio: prevede l’effettuazione di n. 35 ore di lezioni in aula e di almeno 16 ore di volo. Al termine del corso l’allievo potrà sostenere l’esame teorico-pratico per il conseguimento dell’Attestato VDS/VM.

Brevetto bagnino di salvataggio: in collaborazione con la sezione territoriale SNS (società nazionale di salvamento)

Corso per arbitri: in collaborazione con I’AIA (associazione italiana arbitri) che organizza corsi specifici di arbitraggio per ogni singola disciplina sportiva (calcio, tennis, basket, pallavolo…)

Mini arbitro di calcio e di basket: per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, corsi federali riconosciuti dal CONI.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet