L’emozione dell’ultimo giorno di scuola negli occhi degli alunni

Ritrovo in sicurezza degli studenti nel cortile delle scuola di Recanati  per il saluto di fine anno. La Vice Ministra dell’Istruzione  Anna Ascani ringrazia il Sindaco Bravi

La Vice Ministra dell’Istruzione  Anna Ascani  ha ringraziato in un messaggio pubblico su Facebook il Sindaco  di Recanati Antonio Bravi  per aver organizzato  il saluto di fine anno scolastico  dei studenti di Recanati in totale sicurezza, all’aperto nei cortili delle scuole.

Un’iniziativa simbolica, ma importante per dare un segnale forte di normalità e di sicurezza ai giovani studenti.

Grazie infatti  all’iniziativa del Comune di Recanati e all’invito raccolto  dal Dirigente Ermanno Bracalente dell’Istituto Comprensivo “B Gigli”, le alunne e gli alunni della classe 5 della Scuola Primaria “Pittura del Braccio”,  si sono  ritrovati questa mattina, con le loro insegnanti, nel cortile della scuola.

Momenti  di grande gioia e di emozioni tangibili dei bambini e delle bambine che per la prima volta, dopo i mesi di distanziamento si sono potuti  salutare guardandosi negli occhi.

“E’ stato emozionante vedere la grande gioia negli occhi degli alunni che si sono ritrovati a scuola dopo tanto tempo- ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravi Riuscire a farli ritrovare e ripristinare un contatto reale con la classe e con le loro insegnanti, in sicurezza,  per un saluto di fine anno  è stata per noi una priorità. Ringrazio i dirigenti scolastici che hanno permesso l’organizzazione della giornata. Un ringraziamento particolare va ai docenti e al grande sforzo tecnico ed organizzativo che hanno dovuto affrontare da un giorno all’altro, in questi mesi, nel creare un nuovo modo d’insegnare con la didattica a distanza, su piattaforme informatiche utilizzando sistemi di collegamento e condivisioni documenti fino a qualche mese fa impensabili. ”

Gli interminabili  mesi di lockdown dovuti all’emergenza coronavirus non hanno più permesso ai ragazzi di rivedersi se non tramite il pc con la didattica  a distanza.

Dal 25 febbraio scorso, gli alunni si sono ritrovati a seguire le lezioni segregati in casa, davanti ad uno schermo digitale, trasformando le loro relazioni sociali in relazioni totalmente virtuali. In un età di crescita, dove le relazioni tra i ragazzi  sono basate soprattutto su un’interazione fisica, sia per giocare  che per studiare, i freddi collegamenti digitali già complicati per loro natura, hanno creato e alimentato sensazioni di distacco e di solitudine.

“Nel mio triplice ruolo di Assessora, insegnante e genitore ho ben compreso e perorato da subito l’importanza dell’iniziativa proposta dalla Vice Ministra dell’Istruzione  Anna Ascani  – ha dichiarato l’Assessora all’Istruzione Rita Soccio –gli alunni e le alunne delle classi recanatesi, nonostante la carenza del contatto umano di  questi mesi, si sono dimostrati maturi e consci che il sacrificio richiesto aveva lo scopo di tutelare la salute pubblica. Ma il ritrovo di quest’ultimo giorno di scuola rappresenta  un importante  incoraggiamento per il prossimo futuro, presto torneremo a studiare e a vivere la scuola tutti insieme.”

E’ Previsto per i prossimi giorni il ritrovo degli alunni  delle altre classi per il saluto finale, sempre nel cortile della Scuola “Pittura del Braccio”.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet