LA POSIZIONE DI ‘RECANATI INSIEME’ SUL REFERENDUM DEL 20 SETTEMBRE

Comunicato Stampa | I costi della Politica e il funzionamento delle Istituzioni non sono cose collegate e non si migliora l’efficacia dell’azione parlamentare con un colpo di spugna alla Costituzione. Il “taglio” della rappresentanza, senza correttivi, distorce il funzionamento del Parlamento, attribuisce più potere a pochi, riduce il pluralismo. Senza una legge elettorale che garantisca agli Italiani di scegliersi i propri rappresentanti, anziché listini blindati scelti dalle segreterie o dai leaders di partito e che garantisca il giusto equilibrio tra rappresentanza e stabilità di governo, siamo di fronte a un intervento parziale e a un pericoloso azzardo. Non è intervenendo sulla quantità che si migliora la qualità.
Negli ultimi anni è stato ridotto il numero dei consiglieri comunali, abolito il diritto di eleggere i rappresentanti delle Province e delle assemblee di Quartiere, in nome del risparmio, dell’efficienza e della guerra alla casta. il risultato è: Istituzioni sempre più lontane dai cittadini, meno rappresentative e spesso incapaci di svolgere il proprio ruolo. In poche parole, una democrazia più fragile.
Ora si prova a dare il colpo finale anche al Parlamento, tanto per chiudere il cerchio. Per noi non ne vale la pena!
La crisi della politica e la distanza tra Paese e Istituzioni non si risolvono a colpi di ingegneria costituzionale ma, attraverso un radicale cambiamento e con strumenti di partecipazione reale e diretta, non certo restringendo la rappresentanza a livelli minimi che non hanno eguali in altri Paesi europei. Ci uniamo a coloro i quali , tra associazioni, costituzionalisti, cittadini, esprimono il loro dissenso a una “riforma” dannosa e irrispettosa nei confronti degli Italiani.
Al Referendum del 20 settembre Voteremo e invitiamo a Votare NO.
#IoVotoNO

Gruppo Recanati Insieme

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet