“La lingua dei santi” il nuovo libro di Alessandra Guigoni

Nel suo nuovo libro “La lingua dei santi, cibo e vino nel tempo tra sacro e mondano”, Alessandra Guigoni affronta la relazione tra cibo, religione e sessualità, partendo dall’antico concetto pre-cristiano di sacrificio della divinità, comune a tutte le religioni.

Lo studio segue due temi di ricerca: il primo riguarda la relazione tra i cibi rituali e i vari culti legati ai santi della Chiesa cattolica. Il secondo riguarda il “doppio senso” del cibo collegato sia alla religiosità, sia alla sessualità femminile e maschile, intesa come fecondità e istinto riproduttivo.

L’uomo” ha affermato l’antropologa “da sempre ha dovuto fare i conti con la fame e la carestia con la paura di non lasciare una prole e quindi un avvenire; anticamente era fondamentale rappresentare il sesso maschile per la procreazione come nei riti delle Falloforie o il mito di Demetra e Persefone; alcuni cibi sono prodotti apotropaici: dolci, pani e pasta, erano dei veri talismani di fertilità che ancora oggi si producono. Si pensi ai Bigoli, ai Mostaccioli a forma di losanga, simbolo della vagina, i pani di Sant’Agata a forma di seno che si preparano nel giorno del martirio. Solo che il significato primigenio con la cristianizzazione è stato “addomesticato”, ridotto di significato e fatto scomparire.” (Clicca qui per ascoltare l’intervista)

I santi sono gli dei moderni e assommano le caratteristiche delle divinità pre-crstiane. Sono legati alla famiglia, ai fenomeni atmosferici e proteggono dalla natura ostile o dalla cattiveria degli uomini.

Nei 21 capitoli oltre ai Santi e ai cibi rituali e a quelli legati alla fertilità, si trova il settore dei cibi fermentati tornati di grande attualità.

Alessandra Guigoni, è antropologa culturale, specializzata in storia e cultura del cibo e del vino. Laureata a Genova, sua città natale, ha conseguito il Ph.D. all’Università di Siena. Da anni Alessandra vive e lavora a Cagliari, dove insegna Antropologia dell’alimentazione all’Istituto Europeo di Design (IED). Collabora con enti pubblici e privati, quotidiani e riviste, emittenti radio-televisive, organizzando anche importanti eventi enogastronomici e culturali. Columnist per la rivista di Expo2015, un suo testo appare nel libro-catalogo di Mangiare (il) Bene, la mostra d’arte contemporanea per l’Expo2015. Come blogger scrive nel suo diario Etnografia.it, per FoodMoodMag, Reporter Gourmet e sui social network, soprattutto Twitter con il nick @alexethno.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet