La Fano dei Cesari, è già guerra a colpi di spettacolo

Le fazioni affilano le spade e preparano gli scudi. È già guerra a colpi di spettacolo. Inizia la sfida a distanza tra i vari gruppi che in questi giorni stanno lavorando giorno e notte per la realizzazione di costumi, scenografie, spettacoli e sfilate.

 Fano, 5 luglio 2019 – Sono il vero motore della manifestazione, sono i custodi delle tradizioni, coloro che ogni anno, da quando c’è la manifestazione, in questo periodo si animano e tirano fuori tutto il proprio spirito romano, dandosi battaglia a colpi di spettacoli e sfilate. Volpe, Lupo, Delfino e Cinghiale, le fazioni di Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari sono pronte a regalare alla città una grande manifestazione e soprattutto si stanno preparando per conquistare vittoria finale. I componenti dei gruppi lavorano già da tempo giorno e notte, per la realizzazione delle proprie scenografie, per gli abiti e per gli spettacoli con i quali si sfideranno nella grande Arena del Pincio.

“Praticamente abbiamo già vinto – dichiara con la solita carica Piero Valori, responsabile della fazione del Cinghiale -. Scherzi a parte questo è un periodo bellissimo dove possiamo svestire i nostri ruoli istituzionali o semplicemente abbandonare la routine della vita quotidiana e trasformarci in gladiatori, soldati e chi più ne ha più ne metta. Anche quest’anno la partecipazione e l’entusiasmo sono alle stelle e in questi giorni stiamo lavorando sulla leggenda di Re Pico. Non vi svelo di più ma vi assicuro che regaleremo spettacolo con un grande asso nella manica”. Non si fa intimorire di certo dalla carica del Cinghiale, Lucia Lucarelli, responsabile della fazione del Delfino, che nonostante la sua giovane età ha già l’esperienza, la voglia e la passione per guidare alla vittoria la propria fazione. “Fossi nei panni delle altre fazioni non canterei vittoria. Noi venderemo cara la pelle. Oltre ad avere più partecipazione rispetto allo scorso anno e ricordo a tutti che abbiamo vinto il premio per la parata più numerosa, per questa edizione abbiamo alzato ulteriormente la qualità. A partire dagli abiti per i quali abbiamo utilizzato il tessuto che si usava all’epoca e che sono ancora più fedeli alla storia. Noi ci ispireremo al Ratto delle Sabine e alla Purificazione dei Popoli e posso dire che siamo già molto fieri e soddisfatti per quello che stiamo facendo. Nonostante ciò ci impegneremo al massimo per vincere tutte le competizioni”.

Soddisfatto della preparazione anche Massimo Pierelli, responsabile del Lupo che dalla sua, può investire una grande esperienza. “Partecipo alla Fano dei Cesari già dalla prima edizione e ancora la passione e il divertimento che c’è dietro a questo evento, è molto importante. Ovviamente ci vuole anche tantissimo impegno ma noi ce la stiamo mettendo tutta e ci ispireremo alla leggenda di Romolo e Remo. La fatica e il sudore che mettiamo dentro tutto quello che facciamo per questo evento, viene sempre ripagata con la grande soddisfazione che si prova quando si riesce a dare qualcosa per la propria città”. Potrà contare su un gruppo eterogeneo e pieno di entusiasmo anche la fazione della Volpe: “Tra i nostri ranghi possiamo trovare bambini, giovani, ragazzi e anche anziani – commenta il referente Floriano Rondina -, la partecipazione è molto positiva e l’impegno per portare a casa il risultato anche. Nonostante i tempi stretti di quest’anno, sono sicuro per riusciremo a portare in scena un bellissimo spettacolo, anzi uno spettacolo incandescente visto che il nostro tema sono le leggende nascoste dietro il rogo dell’antica Roma”.

Solito clima agguerrito e positivo intorno alle fazioni insomma, come conferma anche il responsabile generale Danilo Filipponi: “Se possibile la partecipazione e il clima che si respira intorno ai gruppi è ancora più bello rispetto alla passata edizione. Ogni fazione si è messa in gioco e si è spinta al limite realizzando spettacoli degni dei migliori teatri d’Italia. Questo è un evento che risveglia qualcosa nel cuore dei fanesi i quali, mai come durante la Fano dei Cesari, collaborano e esprimono al meglio tutte le proprie potenzialità”. Nonostante ci sia gran entusiasmo e interesse intorno alle fazioni, nuove leve sono sempre richieste e ben accette per assicurare una grande edizione di Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari.

Per partecipare alle attività è possibile contattare i numeri 3288868685 (Cinghiale); 3345003285 (Delfino); 3479013502 (Volpe); 3394963115 (Lupo). Per info generali sulle fazioni: 3202181376.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet