Inaugurata la mostra su Gigli. Vincenzoni: “Rendetela itinerante”

RECANATI. All’inaugurazione della mostra “Omaggio a Beniamino Gigli: i teatri” a Castelnuovo presso il Circolo ricreativo Culturale “B. Gigli”, non poteva mancare il Maestro Luigi Vincenzoni, nipote del tenore, il quale ha molto apprezzato il fatto di ricordare il grande artista tanto da chiedere di poterla rendere itinerante e portarla nei vari rioni recanatesi.

La mostra, organizzata in occasione di Castelnuovo in Festa dal Comitato Quartiere Castelnuovo, comprende alcune delle stampe di locandine delle opere liriche che il tenore ha interpretato nei più importanti teatri del mondo. La raccolta, donata al Comitato dal sig. Giuseppe Elisei, ha un valore esclusivamente documentaristico, oltreché storico sulla straordinaria carriera del tenore.

Molto interessante l’intervento del M° Ermanno Beccacece, direttore della Civica Scuola di Musica di Recanati che, intrecciando la vita di B. Gigli con quella dei teatri, tema dell’incontro, ha raccontato alcune piccole curiosità a volte trascurate. Un esempio, il lampadario del Teatro dell’Opera di Roma formato da 27 mila cristalli prismatici di Boemia; con i suoi Sei metri di diametro, tre metri e mezzo di altezza, è il più grande lampadario d’Europa e forse del mondo.

Dopo i saluti dell’assessora alle culture Rita Soccio il Maestro Vincenzoni ha donato al Presidente del Comitato Germano Borsella un DVD e il libro di Maria Laura Vincenzoni “Non ci scordiam…di te! Beniamino Gigli. Il Leggendario Tenore. Un affetto che ancora dura.” La serata si è conclusa ascoltando “Cielo e mar” dalla voce di Gigli mentre il pubblico interessato ammirava le immagini in esposizione.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet