IL TEATRO AL TEMPO DEL COVID19: I CONSULTI POETICI DI MARCHE TEATRO

LA NOVITÁ PIÚ ORIGINALE DEL PANORAMA VIRTUALE

MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante Interesse Culturale è la realtà di produzione teatrale più importante delle Marche, riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Con sede ad Ancona, MT gestisce i teatri cittadini (Muse, Sperimentale, Teatrino del Piano e lo splendido spazio di Villa Nappi a Polverigi per un totale di 11 spazi normalmente attivi 365 giorni l’anno. Ora, MARCHE TEATRO sta affrontando questo momento di emergenza sanitaria e teatri chiusi, con una proposta singolare e unica nel panorama nazionale, i Consulti Poetici.

Il quotidiano La Repubblica in un articolo di Anna Bandettini ha definito l’iniziativa come_la novità più originale del panorama virtuale. Sottolineando come _Marche Teatro sia l’Istituzione di spettacolo più importante della regione Marche, una delle più attive anche nel panorama italiano_.

Come spiega Velia Papa, direttore di Marche Teatro «In questo periodo di auto isolamento forzato ci siamo chiesti come poter essere vicini al nostro pubblico non potendo contare sulla vicinanza fisica della relazione teatrale. Mentre molti teatri in Italia hanno scelto di mettere in rete le loro produzioni, Marche Teatro ha scelto questa formula dei consulti poetici.  Intanto per noi la frequentazione con la riproduzione video è una cosa piuttosto consueta. Tutte le attività di Marche Teatro e Inteatro sono state sempre documentate attraverso video non solo frontali. Tant’è che abbiamo da molti anni un canale you tube dedicato che stiamo in questi giorni sistematizzando e completando».

Consulti poetici è invece un’iniziativa diversa, meno scontata, che vuole portare l’essenza del teatro agli spettatori, in un rapporto privilegiato, uno a uno. Del teatro e della sua componente essenziale: l’attore, abbiamo isolato i due elementi portanti: la parola e la voce. Niente riproduzione digitale, niente video, dove i volti e i corpi perdono la loro consistenza fisica nell’immagine appiattita dello schermo. Ci siamo, invece, affidati al telefono. Uno strumento arcaico paragonato alle odierne tecnologie digitali.

La poesia ha un grande potere evocativo e come il teatro può scatenare la nostra immaginazione che può avere  una reale  funzione terapeutica_prosegue Velia Papa_. Certo la dimensione “curativa” è solo una chiave di lettura del progetto. Perché, è evidente già nel titolo, che non ci vogliamo prendere  troppo sul serio. I nostri Medici- Poeti, del resto, sono dichiaratamente attori e i Consulti sono una forma di teatro situazionista.   

Come attori abbiamo coinvolto quelli che lavorano abitualmente con noi  di cui, al momento, vogliamo proteggere l’identità. Verrà svelata quando realizzeremo la versione live del progetto, appena usciti dall’emergenza.

L’iniziativa è partita già da qualche giorno. E abbiamo avuto una risposta veramente straordinaria_ continua Velia Papa_ Arrivano prenotazioni da tutta Italia e anche dall’estero. Se le richieste dovessero aumentare ancora  si allargherà anche il nostro parco di Medici-Poeti. È significativo che i nostri Consulti siano richiesti da persone di tutte le età, da giovani come da persone più anziane.

Il Consulto si svolge più o meno così:  Intanto attore/Medico e spettatore/Paziente conoscono, reciprocamente, solo i rispettivi nomi di battesimo, non solo per una questione di privacy ma anche per creare un clima di ascolto e di confidenza, discreta, già nei primi momenti dell’incontro telefonico. Nel corso del Consulto  il Medico-Poeta cercherà di cogliere lo stato d’animo del Paziente e deciderà,  di conseguenza,  i brani da prescrizione, scegliendoli tra almeno un centinaio di testi a disposizione. Di questi brani offrirà lettura, monitorando, alla fine, l’effetto della “cura”.

Nella mia intenzione_ continua Velia Papa_i Consulti sono un progetto teatrale che utilizza in larga misura il testo poetico, anche se non mancano, nella selezione fatta da Marche Teatro, brani in prosa, scelti tra quelli più evocativi. Tra questi, c’è anche un brano inedito, gentilmente concesso da Marco Baliani, uno degli artisti con cui Marche Teatro collabora stabilmente.

Gli attori portano la parola  di grandi della letteratura e della poesia stabilendo un contatto personale con l’utente che richiede il Consulto. Per ogni persona, in base al suo stato d’animo,  il Medico-Poeta troverà la giusta parola poetica scegliendo il «rimedio» tra un centinaio di testi diversi tra cui opere di: Anna Andreevna Achmatova, Charles Baudelaire, Jacques Brel, Italo Calvino, Dino Campana, Guido Ceronetti, Emily Dickinson, Nazim Hikmet, Guido Gozzano, Giacomo Leopardi, Alda Merini, Eugenio Montale, Elsa Morante, Cesare Pavese, Fernando Pessoa, Antonio Tabucchi e tanti altri tra cui anche un racconto breve inedito di Marco Baliani.

 I Consulti Poetici, è un  progetto, nato dall’idea dello scrittore/attore francese, Fabrice Melquiot,  con cui c’é un confronto continuo, sull’andamento del progetto – ricorda Velia Papa-. I Consulti sono già stati sperimentati, con grandissimo successo, al Théâtre de la Ville di Parigi, dove sono, tuttora, in corso.

Per usufruire di questo originale  pronto intervento poetico basta prenotare il consulto telefonico compilando il formulario pubblicato sul sito di Marche Teatro www.marcheteatro.it.

Il servizio è attivo tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 18.

Una mail di risposta confermerà ora e data della telefonata poetica richiesta. Dieci minuti di leggerezza, di piacere dell’ascolto, di potere della parola poetica. Un modo, in questo tempo sospeso, di sentirsi ancora in scena a contatto con il pubblico.

https://www.marcheteatro.it/consulti-poetici

LO STRAORDINARIO SUCCESSO DEI CONSULTI POETICI TELEFONICI PERSONALIZZATI PROSEGUE CON PRENOTAZIONI ANCHE DA FRANCIA, IRLANDA, PORTOGALLO E FINLANDIA

In veste di Medici-Poeti gli attori di MT offrono, a chiunque lo richieda, un Consulto Poetico,al telefono, somministrando ricette a base di testi di grandi autori.

L’iniziativa ha visto l’adesione finora di più di 500 utenti con prenotazioni anche da Francia, Irlanda, Portogallo e Finlandia oltre che da tutta Italia. Numerosi sono i messaggi di apprezzamento ricevuti dagli utenti, invitati anche a segnalare le proprie ricette di automedicazione poetica.

  Tra i commenti del pubblico:  

“…. quando si dice che la clinica è un’arte…grazie ancora”; 

“Questa è l’iniziativa più necessaria di questo periodo, fa bene al cuore…”

   “Ho trovato la vostra iniziativa davvero stupenda ed ho pensato di partecipare “regalando” un consulto poetico ad una mia amica” 

” Geniale! ” 

”   complimenti per la bellissima iniziativa!! “

“Iniziativa pensata e intelligente”

” un momento diverso dalla solita routine che ha alleggerito quest’aria pesante che si respira ultimamente”

” Le parole sono potenti, … la miglior cura per l’Anima…..” .

“È stato meraviglioso!”

“Quanta bellezza in una telefonata”

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet