Il nuovo ufficio IAT di Recanati

Si chiama IAT Tipico.Tips il nuovo Ufficio di informazione turistica di Recanati ed è stato inaugurato ieri sera, giovedì 13 luglio nella sede di San Pietrino. Davanti al maxi schermo, installato nella sala della chiesa, dopo la proiezione dei tre spot territoriali – l’Infinito recitato da Dastin Hoffman, la video presentazione della città di Recanati e il format Villa Incanto – il Sindaco Francesco Fiordomo ha aperto la Conferenza Stampa ricordando l’importanza del progetto Infinito Recanati ideato e redatto dalla Società Sistema Museo che avrà in gestione per 9 anni l’intero apparato museale e turistico. “Vogliamo essere veramente attivi per la stagione turistica” ha detto il Sindaco Fiordomo “con un’accoglienza complessiva, capace di coinvolgere i sensi grazie anche ai prodotti enogastronomici del territorio. Questo è il primo tassello, il secondo sarà sabato 15 luglio con l’inaugurazione della mostra di Mirò”.

L’iniziativa pubblico privato, una nuova forma sperimentale di coopearazione amministrativa e gestionale unica in Italia per ciò che riguarda il settore culturale, è stata presentata con successo a Roma al sottosegretario dei Beni Culturali l’onorevole prof. Antimo Cesaro. “All’inizio sembrava una scommessa, ma ora stiamo portando avanti un grande lavoro e questo è solo l’inizio.” Ha dichiarato con soddisfazione l’assessore Rita Soccio, confermando il rapporto con Antonio Perticarini per la riorganizzazione dei musei.

“Questo è il nuovo biglietto da visita dell’accoglienza di Recanati” ha affermato Silvano Straccini responsabile Sistema Museo, il qualle ha spiegato il percorso che il turista potrà affrontare. Si accede nella sala multimediale che funziona come “Scatola dei desideri”. Questo spazio durante l’anno sarà utilizzato anche per la didattica museale, per conferenze, presentazioni e piccole esposizioni. Si prosegue verso l’ufficio turistico, una struttura molto più complessa, frutto di accordi commerciali, vetrina di marketing territoriale e sunto della produzione totale della zona.

Il modello, nato a Pesaro e successivamente sperimentato in Puglia, sarà replicato nelle città dove Sistema Museo opera. Questa versione denominata 2.0 prevede aree dedicate all’informazione turistica, all’esposizione dei prodotti enogastronomici d’eccellenza con degustazioni guidate; spazi/vetrine dedicate e all’artigianato artistico; un’area bookshop riservata all’editoria di settore, con pubblicazioni sul patrimonio e su tutto il territorio e uno spazio utilizzato dal visitatore per la consultazione del materiale, per la sosta e per approfondimenti.

Oltre a tutto questo si potrà scaricare una APP per avere una geo localizzazione del territorio limitrofo. Inoltre lo IAT funzionerà come una vera agenzia viaggi con proposte di visita nel territorio ed emissione di biglietti voucher per escursioni extra museali.

 

 

 

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet