IRCER: nuovo percorso culturale

Con l’inaugurazione della mostra Del tacito, infinito andar del tempo. La Fondazione I.R.C.E.R. – Assunta fra memoria e presente a cura della museologa e storica dell’arte Lucia Cataldo  presso la Chiesa dell’Assunta, si apre ufficialmente una nuova stagione culturale volta alla valorizzazione del ricco patrimonio artistico di proprietà dell’ente. (Leggi articolo)

Il percorso fu iniziato a suo tempo dal dott. Sergio Beccacece ex presidente dell’IRCER. Grazie a lui si sta portando a termine il restauro dello Stendardo Santa Lucia attribuito al Pomarancio, si è messo in ordine l’archivio, e sono state riscoperte opere d’arte dimenticate nei magazzini, come il bel Crocifisso ligneo seicentesco e le ceramiche lasciate da Adelaide Gigli. Ora, con la collaborazione della prof.ssa Cataldo, si cercherà di portare l’IRCER a diventare una tappa fondamentale dell’itinerario che da casa Leopardi arriva al Museo Villa Colloredo Mels, dove è custodita l’Annunciazione di Lorenzo Lotto. Fortissimo il legame con la famiglia Leopardi considerando che l’educandato dell’istituto ospitò anche Adelaide Antici, mamma di Giacomo Leopardi, mentre Pierfrancesco Leopardi in un suo scritto descrive l’opera di Federico Zuccari attribuendolo all’autore, non sapendo che lo eseguì lo Zuccari stesso a fine Cinquecento.

Efficace il titolo leopardiano del progetto, ripreso dal Canto Notturno di un Pastore errante dell’Asia, nell’evidenziare la lunga storia dell’IRCER e il suo ruolo in continua evoluzione, mantenendone la memoria storica. Per questo la curatrice ha ideato un logo che ne rafforza l’identità, scegliendo un particolare dell’Annunciazione: il viso della Madonna con il rosso del suo vestito. Si è iniziato con la mostra inaugurata domenica 18 dicembre 2016. All’ingresso della chiesa la copia 1:1 dell’Annunciazione. All’interno si trovano i pannelli esplicativi sulla storia dell’IRCER, collocati ai lati dell’imponente Presepio pluripremiato di Leandro Messi, che ha trovato nella chiesa dell’Assunta la sua definitiva collocazione.

In esposizione i particolarissimi gioielli contemporanei ispirati alle opere di Lorenzo Lotto, eseguiti dagli orafi Adriano Crocenzi e Mauro Caraffa.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet