Il FAI presenta in anteprima l’Orto delle Suore

Questo pomeriggio alla presenza di Marco Magnifico, Vicepresidente del FAI – Fondo Ambiente Italiano e del sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, è stato presentato presso l’Auditorium Centro Mondiale della Poesia e della Cultura “Giacomo Leopardi” il progetto di recupero, gestione e valorizzazione del Colle dell’Infinito, affidato al FAI in seguito all’accordo firmato nel luglio 2017 con il Comune di Recanati, il Centro Nazionale di Studi Leopardiani, Casa Leopardi e il Centro Mondiale della Poesia e della cultura “Giacomo Leopardi”.
Un’occasione per raccontare i lavori conclusi sin qui e quelli ancora in corso, in vista dell’inaugurazione del Colle dell’Infinito, nuovo Bene del FAI, che si terrà il prossimo 26 settembre.

Alla cerimonia d’apertura sarà presente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il quale oggi ha confermato la visita a Recanati.

Come ha spiegato Magnifico sabato 13 e domenica 14 aprile alcuni amici del FAI provenienti da Milano faranno da guida ai recanatesi per mostrare cosa stanno facendo e a che punto sono i lavori. Il messaggio che vorrebbe arrivasse al cuore dei cittadini è che il FAI è qui per svolgere un servizio sociale e aggiungere un tassello alla narrazione che già è stata creata, affinché sentissero il progetto come fosse loro. “Inviteremo il pubblico ad entrare in un’esperienza fatta di poco. Il pubblico pagherà un biglietto per veder un quasi niente: un orto e il paesaggio meraviglioso. Noi non spigheremo la storia del luogo o del Poeta, ma il concetto di infinito. E’ uno dei progetti più difficili che abbiamo mai realizzato, ma attraverso lo smontaggio e il montaggio della poesia la gente si commuoverà. Fateci sapere se a Recanati questa cosa del niente è piaciuta!

Questo luogo costruito per sottrazione, carico di valenze spirituali, corrisponde alla leggerezza e all’essenziale mirati a ridurre l’inquinamento sensoriale che affolla il nostro respiro e con esso il nostro vivere. Infatti, sarà un luogo del Silenzio dove non si potranno usare gli smartphon per selfie, telefonate e scatti fotografici.

Fiero il Sindaco Fiordomo di aver concretizzato il progetto così come tanti altri questa amministrazione ha prodotto. “Dobbiamo valorizzare e mettere a disposizione della popolazione i contenitori dove si fa cultura come il Palazzo Comunale, il Teatro, la Biblioteca e Mediateca, realizzata grazie alla grinta dell’assessore Rita Soccio. Oggi in alcuni punti la città è ancora un cantiere ma bisogna soffrire di piccoli disagi per godere poi della bellezza. Come ad esempio la piazzetta dedicata a Franco Foschi, luogo d’ingresso a questo luogo, ora completamente pavimentata. Il nostro impegno è valorizzare la bellezza e il benessere. Noi crediamo nel PIL della felicità. Con il FAI all’inizio ci sono state delle vivaci discussioni ma alla fine è nata una bellissima collaborazione.

La storica Daniela Bruno e l’architetto Giacomo Sosio hanno illustrato rispettivamente l’itineriario e il progetto di restauro dell’orto e del Centro Nazionale Studi Leopardiani. Infine la richiesta di personale da parte del FAi per il colle dell’Infinito con l’invito a spedire il proprio CV (guarda immagine sotto).

N.C.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet