Il concerto di Toquinho apre la nuova stagione teatrale del Comunale di Cagli

Un ponte musicale tra Brasile e Italia per un live indimenticabile. Sarà Toquinho, uno degli artisti più amati della musica brasiliana, ad aprire la stagione teatrale 2018 2019 del Comunale di Cagli, giovedì 4 ottobre 2018 alle 21.00, con un concerto esclusivo per Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e tutto il Nord Italia.

50 anni + 1 di successi è un concerto che festeggia la lunghissima carriera del musicista brasiliano, un viaggio tra canzoni che ormai sono patrimonio musicale del mondo intero. L’ospite speciale è la splendida Greta Panettieri, voce incantevole del panorama italiano e internazionale. Completano la formazione Itaiguara Brandao al basso e alla chitarra e Mauricio Zottarelli alla batteria e percussioni. Con questa band Toquinho proporrà al pubblico i tanti brani che lo hanno reso celebre. Un omaggio alla musica brasiliana e un tributo agli amici con i quali ha condiviso tanta musica e tanta poesia. I grandi compagni di viaggio come Tom Jobim e l’amico e collaboratore Vinicius de Moraes, e tanti altri come Baden Powell, Carlos Lyra, Chico Buarque e Menescal.

Con questo evento si apre a Cagli una stagione 2018 2019 piena di proposte. A ottobre la corrosiva stand up comedy di Giorgio Montanini e l’omaggio a Rossini con il Barbiere di Siviglia dell’Orchestra Raffaello. A novembre altro appuntamento rossiniano con lo Stabat Mater proposto dal Coro del Centro Musicale Batumi della Georgia, a seguire l’originale rilettura di Pirandello con la Compagnia Scimone Sframeli. Sempre a novembre il debutto del nuovo spettacolo del San Costanzo Show e poi la prima italiana del nuovissimo lavoro di Cesare Bocci e Tiziana Foschi. Novembre si chiude con lo spettacolo di Clelia Sedda sulle imprevedibili conseguenze dei nostri errori. A Dicembre Mario Mariani e Pietro Conversano presentano in anteprima una nuova lettura della Divina Commedia.

Il 2019 parte con la Compagnia Italiana di Operette che mette in scena Scugnizza. A febbraio spazio alla grande danza di tradizione spagnola con i virtuosi della Compagnia Flamenco Lunares. A marzo lo spettacolo Pueblo di Ascanio Celestini e, in chiusura di stagione, il Giardino dei Ciliegi rivisto dalla Compagnia Kepler 452 con la straordinaria partecipazione di Lodovico Guenzi de Lo Stato Sociale.

Con questo nuovo cartello il Comunale di Cagli, diretto da Sandro Pascucci, prosegue il suo lavoro orientato ad avvicinare al teatro di un pubblico sempre più ampio, confermando il ruolo di centro culturale aperto, al servizio di tutto il territorio. In questo senso va sottolineata anche la particolare attenzione al prezzo dei biglietti, sempre molto competitivi.

«Quello di Cagli è un teatro per tutte le stagioni, attivo per quasi 12 mesi l’anno, con spettacoli, residenze, festival e convegni» afferma il Direttore Pascucci «Il programma è pieno di proposte stimolanti, ma sicuramente avremo altre sorprese, perché il teatro di Cagli non si ferma mai. Gli spettacoli sono rivolti a un pubblico di età diversa e con diversi interessi, proveniente non solo dal nostro territorio ma, come è già accaduto diverse volte, anche da fuori regione. Il lavoro fatto a Cagli è diventato un riferimento per artisti e musicisti, che tornano qui a lavorare per la qualità del teatro e per la tranquilla accoglienza della città. Il Teatro è ormai protagonista della vita culturale di Cagli e crea anche un buon indotto economico.»

Tutte le informazioni sulla stagione si trovano sul sito del Teatro di Cagli www.teatrodicagli.it

 

TOQUINHO – 50 anni + 1 di successi – Special guest Greta Panettieri

Giovedì 4 ottobre 2018 ore 21.15

Biglietti – Settore A € 25,00 – Settore B € 20,00 – Settore C € 15,00

Botteghino del Teatro: Tel. 0721 781341 – e mail: botteghino.teatrodicagli@gmail.com

TOQUINHO

Toquinho, pseudonimo di Antonio Pecci Filho (San Paolo 1946), è un chitarrista e cantante brasiliano di origini italiane, nonostante i genitori brasiliani di nascita. Il nonno paterno era nativo di Toro, in Molise, e la nonna paterna era nata in Calabria mentre i nonni materni venivano da Mantova.

Da piccolo era chiamato da tutti Toninho, diminutivo di Antonio. Sua madre trasformò il nomignolo nel vezzeggiativo Toquinho, dopo averlo visto accennare dei passi di danza. L’artista crebbe nel clima musicale degli anni cinquanta in cui fiorivano le sperimentazioni del pianista Johnny Alf e dei cantanti Dick Farney e Lúcio Alves. Intanto si sviluppavano i germi della bossa nova, grazie a João Gilberto, Tom Jobim, Vinicius de Moraes, Ronaldo Bôscoli, Roberto Menescal, Carlos Lyra e Baden Powell, fra gli altri.

Dopo avere imparato a suonare la chitarra sotto la guida del virtuoso strumentista e compositore Paulinho Nogueira, non ancora ventenne decise di intraprendere la carriera musicale dopo aver conosciuto Chico Buarque de Hollanda. A metà degli anni sessanta, Toquinho esordì come compositore scrivendo “Lua Cheia” e venne a contatto con l’ambiente artistico e intellettuale di Rio de Janeiro, dove iniziò a crescere culturalmente e musicalmente grazie alle collaborazioni con gli artisti che qualche anno prima avevano dato vita al sound della bossa nova.

Nel 1969 l’incontro con il poeta Vinicius de Moraes che segnò la sua carriera e con il quale Toquinho strinse un sodalizio artistico di lunga durata.

Negli anni settanta fu costretto a lasciare il Brasile per sfuggire alle pesanti conseguenze del colpo di Stato militare che limitava la libertà di espressione. Assieme a Chico Buarque approdò in Italia che divenne la sua seconda patria. Dopo un breve rientro nel paese natale, ritornò in Italia dove fu raggiunto da Vinicius e dove lavorò anche con Sergio Endrigo e Sergio Bardotti, oltre a registrare popolari incisioni con il poeta brasiliano e Ornella Vanoni.

Ha inciso sedici album con Vinícius de Moraes e altri dischi collaborando in particolare con Ornella Vanoni (La voglia, la pazzia, l’incoscienza, l’allegria).

È diventato popolare in Italia nel 1969 suonando nel disco “La vita, amico, è l’arte dell’incontro”, realizzato da Sergio Endrigo, Vinícius de Moraes e Giuseppe Ungaretti, sua prima incisione in Italia. L’anno successivo ha collaborato con Ennio Morricone per il disco Per un pugno di samba di Chico Buarque de Hollanda.

Nel 1983 ha ottenuto un grande successo con l’album Acquarello, scritto insieme a Maurizio Fabrizio e Guido Morra e acclamato sia in Italia che in Sudamerica dove venne pubblicato col titolo Aquarela nel quale ha inserito una cover in brasiliano del brano “Tutta ‘n’ata storia” di Pino Daniele.

Nel 1990 ha partecipato al Festival di Sanremo cantando in portoghese la canzone di Paola Turci “Ringrazio Dio”. Il titolo della canzone era Nas asas de um violão (Sulle ali di una chitarra)

È stato protagonista di due tournée con Fred Bongusto, nel 1993 in Italia e nel 1996 in Brasile. Nel 2003 è in tour con Grazia Di Michele.

Nel 2006 esce Acoustic. Nel 2011 pubblica gli album Quem Viver, Verá e Cantam Vinicius con Paulo Ricardo. Nel 2012 il DVD+CD Ao Vivo in edizione speciale.

Stagione Teatrale 2018 2019

 

Giovedì 4 ottobre 2018 ore 21.00

Toquinho in concerto “50 anni + 1 di successi” – Special guest Greta Panettieri

Con Itaiguara Brandão, basso e chitarra, Mauricio Zottarelli, batteria e percussioni.

Esclusiva Regionale – Prima data tour autunno 2018 – Unico concerto per il Centro Nord Italia.

 

Venerdì 12 ottobre 2018 ore 21.00

Giorgio Montanini “Live 2019”

Novità Stagionale – Spettacolo non adatto ai minori.

 

Sabato 20 ottobre 2018 ore 21.00

Gioachino Rossini “Il Barbiere di Siviglia”

Orchestra “Raffaello” Coro Città Futura – Direttore Stefano Bartolucci

In abbonamento.

 

Domenica 4 novembre 2018 ore 17.00

Accademia internazionale di canto “Città di Pesaro”

Centro Musicale Batumi (Georgia) “Stabat Mater” di Gioachino Rossini

 

Sabato 10 novembre 2018 ore 21.00

Compagnia Scimone-Sframeli “Sei” di Spiro Scimone

Regia di Francesco Sframeli

Prima nazionale tour inverno 2018 – Residenza di allestimento – In abbonamento

 

Sabato 17 novembre 2018 ore 21.00

Compagnia San Costanzo Show “Il Giro del Mondo in 80 minuti”

Regia Oscar Genovese

Residenza di allestimento

 

Giovedì 29 novembre 2018 ore 21.00

Compagnia Cesare Bocci – Tiziana Foschi “Pesce d’Aprile”

Regia Cesare Bocci

Residenza di allestimento – In abbonamento

 

 

Venerdì 30 novembre 2018 ore 21.00

E=me2

spettacolo comico molto serio sugli abbagli che ci illuminano di e con Clelia Sedda e illustri ospiti d’errore

 

Venerdì 7 dicembre 2018 ore 21.00

Mario Mariani e Pietro Conversano “Dante’s Portraits”

Residenza di allestimento.

 

Domenica 20 gennaio 2019 ore 17.00

Compagnia Italiana di Operette “Scugnizza” di Carlo Lombardo e Mario Costa

Novità stagionale – In abbonamento

 

Sabato 16 febbraio 2019 ore 21.00

Compagnia Flamenco Lunares “La voz del flamenco”

Esclusiva regionale – In abbonamento

 

Domenica 17 febbraio 2019 ore 17.00

Compagnia Ribolle “Il circo delle bolle”

Rassegna Andar per fiabe

 

 

Giovedì 14 marzo 2019 ore 21.00

Ascanio Celestini “Pueblo” Musica dal vivo di Gianluca Casadei.

In abbonamento.

 

Venerdì 22 marzo 2019 ore 21.00

Compagnia Kepler 452 “Il giardino dei ciliegi – 30 anni in comodato d’uso” – Emilia Romagna Teatro

Con la straordinaria partecipazione di Lodovico Guenzi de Lo Stato Sociale.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet