Giovanni Sala: “Il Flauto Magico di Vick conquisterà il mondo”

Uno dei personaggi che più hanno colpito il pubblico per la sua voce e l’appassionata interpretazione è senza dubbio il tenore Giovanni Sala nei panni di Tamino. La sua performance è stata molto apprezzata per il calore, la sensibilità e lo slancio romantico con cui ha delineato in modo efficace l’eroe scelto dalla Regina della Notte per salvare – con l’aiuto di Papageno e del flauto magico – la figlia Pamina rapita da Sarastro.

Giovanni Sala proviene da una famiglia di musicisti. Il padre è pianista e cantante nel coro della Scala di Milano, la mamma è musicologa e pianista. La musica è stata il suo primo respiro. Ha già collaborato con Graham Vick nel 2015 a Como nel Don Giovanni di Mozart e nello Stiffelio di Verdi lo scorso anno. “Conosco molto bene come lavora e sinceramente mi piace molto. Se conosci come lavora con le persone non puoi non amarlo perché Vick è talmente appassionato in quello fa, ed è talmente bravo a farlo, che tu ami sia lui sia come lavora sia come quello che sta facendo.

Nel Flauto Magico si è rapportato con noi 100 cittadini del mondo arrivando al cuore di ciascuno. “Non ho mai lavorato con così tanti attori. Ogni giorno un’emozione diversa. Dal primo giorno che vi ho incontrato e ho sfruttato ogni giorno per conoscervi. Mi date una grande energia e poi quando sono sul palco, la forza si sente.

“A Macerata ho trovato l’amore”

Macerata gli rimarrà nel cuore per molte cose e spera di ritornare presto per ritrovare le amicizie nate grazie a questa esperienza. “Ho incontrato persone meravigliose e ho incontrato anche l’amore in tutti i sensi.

L’intervista è andata in onda il 3 settembre 2018 su Radioerre FM 89.1

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet