Due Passi nel Folk, un format vincente

A Castelnuovo i due giorni dedicati alla musica popolare sono letteralmente volati con la seconda edizione del festival Due passi nel Folk che dimostra di essere un format vincente. Nonostante il maltempo che nella mattina di sabato 17 luglio aveva fatto temere per il peggio, la tempestività del circolo ACLI-Castelnuovo, organizzatore del festival, ha permesso l’esibizione al coperto di tutti i musicisti. Il pubblico, scongiurato il pericolo pioggia, è arrivato numeroso e, nonostante le restrizioni anti-Covid che non permettevano di ballare, ha partecipato entusiasta. I primi a salire sul palco sono stati gli Ensemble Sangineto, che ci hanno fatto viaggiare lungo la nostra penisola, isole comprese, attraverso i canti in dialetto di varie regioni. Il trio con arpa celtica, chitarra e salterio, antichissimo strumento a corde che porta il nome del libro biblico dei salmi, ha incantato con una performance davvero coinvolgente. A seguire gli straordinari organetti di Cyrille Brotto e Rémi Geffroy che con tutta la loro grinta hanno catturato il pubblico. I maestri sono stati protagonisti dello stage di organetto dove hanno “addestrato” i 15 stagisti provenienti da varie parti d’Italia.

La domenica il festival si è svolto nella piazza davanti al sagrato della chiesa Santa Maria di Castelnuovo, uno scenario di grande fascino con la sua severa architettura e il meraviglioso portale (1253), musica per gli occhi, del maestro Nicola Anconetano. Il concerto dei Giuliano Gabriele Ensemble è stato uno spettacolo unico con un crescendo continuo di suono e di ritmo. Come creature magiche i musicisti si sono presentati sul palco indossando le maschere arcaiche “cornute”, figure tra il demoniaco e il grottesco, e ci hanno stupito con la loro musica legata alla tradizione in fusione con il rock: la serenata, la tammurriata, il saltarello ….. Fantastico l’omaggio a Modugno con l’esuberante pizzica, così come il canto devozionale dedicato alla famiglia Castagnari, i costruttori di organetti famosi in tutto il mondo che a Castelnuovo, da più di cento anni, portano avanti la loro bottega con passione e dedizione.

Presenti in entrambe le serate le istituzioni recanatesi che hanno patrocinato l’evento. Il Sindaco Antonio Bravi, l’assessora alle culture e turismo Rita Soccio, l’assessora alle politiche sociali Paola Nicolini hanno espresso grande soddisfazione per la riuscita dell’evento che rende sempre più caratteristico il cosiddetto “Borgo Artigiano” arricchito dallo Yarn Bombing delle Social Catenelle, chiamate a decorare il palco per l’occasione.

Ensemble Sangineto
Rémi Geffroy e Cyrille Brotto
Giuliano Gabriele Ensemble
Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet