Daniele Di Bonaventura, bandoneon, inaugura l’VIII edizione delle Serate Musicali di Recanati

Il concerto inaugurale delle Serate Musicali 2022 si terrà domenica 3 aprile alle 18:00 presso l’Aula Magna del Comune di Recanati con un’artista di primo livello della scena internazionale.

“Nelle sue mani il bandoneon si trasforma in un’orchestra da camera.” (Pierre Favre)

Daniele Di Bonaventura, originario delle Marche (Italia), è considerato uno dei più originali e creativi bandoneonisti al mondo. La sua musica è una mescolanza meravigliosamente seria e al contempo straordinariamente giocosa di musica classica (composizione, struttura) e di jazz (improvvisazione e libertà) e fa riferimento in particolar modo alle tradizioni melodiche mediterranee e al genere musicale sudamericano.

Anche nelle sue esibizioni da solista esegue e improvvisa pezzi che nascono dalla sua “patria musicale”, la cui ispirazione spazia dai compositori del barocco ai classici della canzone popolare, per approdare al suo ultimo repertorio, e creano un suo specifico mondo musicale incredibilmente variegato e nel contempo inconfondibile, dove il bandoneon sa trasformarsi, come per gioco, in un’armonica a bocca o nell’organo di una Chiesa. Nasce una corrente dinamica di melodie superbe, capaci di incantare l’ascoltatore.

Il concerto è organizzato dalla Civica Scuola di Musica B.Gigli e dal Comune di Recanati Assessorato alle Culture.

Biglietto unico € 5,00 + prevendita acquistabile su www.ciaotickets.com 
e in tutti i punti vendita del circuito o il giorno stesso presso la biglietteria della sede del concerto a partire dalle ore 17.00.

Info e prenotazioni 3924450125 oppure 
Scuola di musica 071982821- 3319641255 (ore14/20)

Nato a Fermo (nelle Marche), Daniele di Bonaventura, compositore-arrangiatore, pianista-bandoneonista, ha coltivato sin dall’inizio della sua attività un forte interesse per la musica improvvisata pur avendo una formazione musicale di estrazione classica (diploma in Composizione) iniziata a soli 8 anni con lo studio del pianoforte, del violoncello, della composizione e della direzione d’orchestra.
Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro del cinema e della danza.

Ha suonato nei principali festival italiani ed internazionali in oltre 40 paesi tra cui : Rumori Mediterranei a Roccella Jonica ’87 e ‘88; Jazz & Image di Villa Celimontana a Roma, Ravenna Jazz 2000 , Clusone Jazz 2001, Biennale Arte Venezia 2001; Sant’Anna Arresi Jazz 2004; Festival della Letteratura Mantova 2004; Cormòns 2005, Accademia Nazionale di Santa Cecilia Stagione Musica da Camera 2005-’06; Umbria Jazz 2016/ 2017; Inghilterra – Music Hall Festival e Royal Festival Hall a Londra; Olanda – Music Hall a Leeuwarden; Germania – 30° Deutsches Jazz Festival a Francoforte; Berlin Jazz Festival; Spagna -Festa de la Mercè a Barcellona; Egitto – Opera House a Il Cairo; Norvegia – Olavsfestdagen a Trondheim; Francia – Festiva Berlioz, Jazz in Marciac; London Jazz Festival; Umbria Jazz edizione 2016 e 2017; Svizzera; Portogallo; Brasile; Argentina; Slovenia; Moldavia; Croazia; Lettonia; Albania; Singapore; Giappone; Stati Uniti e Sud Africa.

Ha suonato, registrato e collaborato con: Enrico Rava; Paolo Fresu; A Filetta; Oliver Lake; David Murray; Miroslav Vitous; Rita Marcotulli; David Liebman; Toots Tielemans; Omar Sosa; Flavio Boltro; Joanne Brackeen; Greg Osby; Ira Coleman; Dino Saluzzi; Javier Girotto; Cèsar Stroscio; Tenores di Bitti; Aires Tango; Peppe Servillo; David Riondino; Francesco Guccini; Sergio Cammariere; Lella Costa; Ornella Vanoni; Franco Califano; Mario Biondi; Eugenio Allegri; Alessandro Haber; Enzo De Caro; Giuseppe Battiston; Omero Antonutti; Giuseppe Piccioni; Mimmo Cuticchio; Custòdio Castelo; Andrè Jaume; Furio Di Castri; U.T. Gandhi; Guinga; Riccardo Fassi; Frank Marocco; Paolo Vinaccia; Stefano Bollani; Mathias Eick; Bendik Hofseth; Pierre Favre, Ivan Lins; Jaques Morelembau; Arild Andersen; Joe Locke. Nel 2003 per l’Orchestra Filarmonica Marchigiana ha composto, eseguito e registrato la “Suite per Bandoneon e Orchestra” commisionatagli proprio dalla stessa.

Ha pubblicato più di 80 dischi con l’etichette discografiche ed edizioni: Via Veneto Jazz; Philology; Manifesto; Felmay; Amiata Records; Splasc(H); World Music; CCn’C Records; ECM; e per la Harmonia Mundi un lavoro per bandoneon e quartetto d’archi intitolato “Sine Nomine”. Le ultime collaborazione sono quelle con Miroslav Vitous, il quale lo ha chiamato a partecipare nell’ultimo cd intitolato Universal Syncopation II  pubblicato dalla prestigiosa etichetta tedesca ECM vincitore del German Critics Prize (Preis der Deutchen Schallplatternkritik) come album dell’anno 2007. Sempre per la stessa etichetta ECM ha pubblicato “Mistico Mediterraneo” un opera condivisa con il gruppo vocale della Corsica A Filetta e Paolo Fresu. Per la Tuk Music di Fresu ha pubblicato nel 2013 il suo primo doppio album intitolato “Nadir” in cui suona nel primo cd il bandoneon e nel secondo il pianoforte in trio. Nel 2015 altro cd, in duo con Fresu, sempre per la ECM intitolato “In Maggiore” ed in contemporanea il film-documentario “Figure musicali in fuga” del regista Fabrizio Ferraro in cui vengono ritratti i due musicisti durante la sessione di registrazione a Lugano insieme a Manfred Eicher. Inoltre ha composto ed eseguito sempre con Paolo Fresu la colonna sonora dell’ultimo film del M° Ermanno Olmi “Torneranno i Prati”.

Ultima è la partecipazione al concerto di Natale 2017 nella Basilica di Assisi con l’Orchestra Sinfonica della Rai trasmesso su Rai 1 in eurovisione.

Premi :

–  German Critics Prize (Preis der Deutschen Schallplattenkritik) con il cd “Universal Syncopation II” (con Miroslav Vitous) come album dell’anno 2007 (edizione ECM)

–  Orpheus Award 2010 con il cd “Sine Nomine” per la sezione Jazz

–  Orpheus Award 2011 con il cd “Mistico Mediterraneo” (ECM) per la sezione Jazz

Furlo Jazz Award  2013  come miglior jazzista marchigiano

–  Orpheus Award 2014 con il cd “Nadir” (Tuk Music) per la sezione Jazz 

Nomination David di Donatello 2014 per la miglior colonna sonora ( collaborazione con Paolo Fresu) per il film “Torneranno i Prati” di Ermanno Olmi

Grand Prix dell’Accademia Charles Cros 2017 per il cd “Danse Mèmoire, Danse” con A Filetta e Paolo Fresu nella sezione World Music

–  Orpheus Award 2019 con il cd “Altissima Luce” (Tuk Music) per la sezione Jazz

–  Orpheus Award 2019 con il cd “Danse Memoire, Danse” (Tuk Music) per la sezione World Music

–  Orpheus Award 2021 con il cd “Ave Terra” per la sezione World Music

danieledibonaventura@gmail.com

www.danieledibonaventura.com

Foto di copertina di Andrea Rotili

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet