Consegnati i fondi raccolti nella giornata contro la violenza sulle donne

Questo pomeriggio è stata consegnata alla dott.ssa Margherita Carlini, responsabile dello sportello antiviolenza di Recanati, la busta contenente i proventi della raccolta fondi ricavati dall’evento del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, voluto da Martina Cingolani e organizzato da Federica Tarducci del Centro Yoga Recanati in collaborazione con l’associazione Altra Eco rappresentata da Cristina Corradini.

La somma di 190,00 euro sarà utilizzata, come ha suggerito Margherita Carlini per produrre materiale informativo utile a tutte le donne che vivono situazioni di disagio e subiscono violenza di vario genere. “Così sapranno dove possono venire per chiedere aiuto.” Proposta accolta da Carlotta Guzzini, delegata alle pari opportunità, che si attiverà quanto prima per la divulgazione. Infine l’assessore alle culture Rita Soccio ha sottolineato come la violenza sulle donne sia un fattore culturale: “bisogna lavorare tantissimo soprattutto con le scuole” ha detto “per far capire il rispetto verso l’altro fin da piccoli; poi quando diventeranno ragazzi sicuramente avranno più rispetto per le donne”. Prossimamente saranno avviate attività laboratoriali e di sensibilizzazione nelle scuole.

Durante la consegna è stata ricordata la bellissima giornata passata insieme partecipando ad una lezione di yoga e una merenda, dopo aver parlato dell’attività dello sportello e di ciò che rappresenta non solo a Recanati ma nel territorio.

Il problema della violenza sulle donne e del femminicidio, sta assumendo sempre maggiore importanza visti i dati, purtroppo, abbastanza allarmanti: 40 casi solo a Recanti. Il numero, se paragonato a quello di Ancona che ne aiuta 100, risulta piuttosto alto. Per questo si è deciso di potenziare lo sportello con un’apertura settimanale presso l’ospedale di Recanati, luogo più adatto a proteggere la privacy e in grado di intercettare quelle donne che non sarebbero mai andate nella vecchia sede comunale.

Lo sportello di Recanati dopo 4 anni dalla sua apertura è diventato un punto di riferimento anche per i comuni limitrofi, grazie all’efficace supporto psicologico alle donne che hanno trovato il coraggio di non vivere più il loro dramma da sole e dare voce ad un silenzio diventato insopportabile.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet