Comune di Recanati: eredità perduta

Dopo la conferenza stampa relativa all’eredità di alcuni beni storici e artistici lasciati al Comune di Recanati da parte di una facoltosa recanatese, il dott. Sergio Beccacece ha continuato le sue ricerche incentrate sull’opera pittorica di Piero Paolo Jacometti, in particolare un quadro raffigurante il San Giacomo Maggiore. L’opera, parte del lascito al Comune insieme ad altre opere importanti (da alcuni attribuita al Guercino) con inclusi una collezione di conchiglie incise dell’artista recanatese Braccialarghe e un’altra del Risorgimento, risale al XVII secolo misura cm. 136 x 106, è un olio su tela con cornice dorata e non ha alcuna attribuzione ma il periodo storico e il soggetto potrebbero coincidere con quelli dello scultore recanatese. Purtroppo al dottore attualemnte non sono state concesse immagini e procedendo nelle sue ricerche ha saputo della perdita definitiva di tale “tesoretto” non per una rinuncia da parte del Comune ma per la decisione da parte degli esecutori testamentari.

Ricordiamo che la donna, deceduta nel 2016, ha scritto il testamento nel 2009 lasciando le collezioni con “l’obbligo da parte del Comune di sistemare il lascito in un’apposita istituenda “Sala del Museo di Villa Colloredo Mels o in un altro luogo comunale idoneo da sistemare in un reparto del suddetto Museo.” Nel 2014 c’è un ripensamento e inserisce un Codicillo dove, delusa dal trattamento riservato alle opere del Biagetti tolte dalle sale espositive del Museo per mancanza di posto, consegna piena facoltà ai suoi esecutori testamentari di decidere, dopo aver vagliato la situazione al momento della morte. (Leggi articolo correlato)

Beccacece fa inoltre presente che nel testamento si parla di altre due voci: una riguarda il Teatro Persiani e l’altra la Biblioteca Comunale. Al Teatro vanno 2 spartiti del 1835 dell’opera Eufemio di Messina di Giuseppe Persiani copiate da Antonio Politi , il manifesto della fondazione del 1840 e tutte le locandine che saranno opportunamente esposte. Alla Biblioteca sono stati lasciati 400 volumi che saranno catalogati e messi a disposizione del pubblico.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet