COALIZIONE DI SIMONACCI: “SARÀ FIORDOMO IL VICE DI BRAVI?”

Nelle ultime ore si sono susseguite accuse alla nostra coalizione, arrivate all’apice con un appello al voto per Antonio Bravi, firmato da personaggi talvolta nemmeno esistenti. Inoltre, i partiti nazionali all’interno del nostro gruppo sono stati accusati di perpetrare “misure di sicurezza e di controllo antidemocratiche” e da parte di molti è stato sbandierato il pericolo imminente del fascismo e del razzismo. Pur sapendo che Antonio Bravi viene dal mondo dell’estrema sinistra, mai ci siamo permessi di attaccarlo per le sue ideologie, ma solo sui fatti e sui risultati negativi ottenuti. Vogliamo anche ricordare che mentre il nostro programma e il nostro progetto amministrativo hanno visto una convergenza da parte di diverse forze politiche avversarie al primo turno, la candidatura di Antonio Bravi si è rivelata divisiva, tant’è che è l’appoggio del PD è arrivato solo da parte di quelle sezioni non interessate direttamente dalla sua esperienza amministrativa. Visto inoltre che veniamo attaccati anche per avere in squadra degli esponenti dell’Amministrazione precedente, vogliamo sapere da Bravi se è vera la voce che vuole Fiordomo come suo Vicesindaco. Riteniamo infatti che i recanatesi debbano sapere se questa città stia effettivamente decidendo se abbandonarsi al personalismo di un Sindaco che, non pago di 10 anni di governo cittadino, vuole imporre un candidato di facciata solo per continuare ad amministrare secondo la sua volontà. I recanatesi devono sapere che quella di domenica è la scelta tra il vero cambiamento o il prosieguo di questa amministrazione.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet