Centro antiviolenza di Recanati: “Noi ci siamo, chiedete aiuto” l’appello di Margherita Carlini

Ieri a Castelnuovo nella Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, durante l’inaugurazione della panchina rossa e targa con i numeri di emergenza, (Leggi articolo correlato) Margherita Carlini ha fatto il punto della situazione nel nostro territorio. “Lo sportello è un progetto che continua a funzionare – ha detto la psicologa e criminiloga, responsabile dello sportello antiviolenza e antistalking di Recanati – Sembra contraddittorio ma spero un giorno di cambiare lavoro e fare altro perché vorrà dire che non ci sarà più bisogno di me in questo campo. Però Purtroppo non è così.” Ci tiene a precisare che quest’anno è stato difficile per tutti soprattutto per le donne vittime di violenza. Il lockdown ha trasformato la casa di tante donne in una prigione: se è vero che l’isolamento le ha difese dal coronavirus, tuttavia sono state costrette a vivere con il maltrattante e impossibilitate a chiedere aiuto. Molte donne hanno paura di denunciare i maltrattamenti e, da quando sono entrate in vigore le misure antipandemia, le chiamate ai centri anti violenza sono calate drasticamente. “Lo abbiamo registrato a Recanati – continua la Carlini – all’inizio della pandemia il silenzio era assordante. Non arrivano telefonate e richieste d’aiuto nonostante ci fossi sempre stata. A metà maggio abbiamo riaperto e c’è stato uno tsunami di richieste da parte di tutte quelle donne che in quei mesi non erano riuscite a chiedere aiuto. Da maggio ad agosto sono stati mesi molto intensi. A differenza dell’andamento nazionale a Recanati abbiamo avuto un aumento esponenziale di richieste di aiuto in questi anni. Lo sportello si sta muovendo sta diventando itinerante. Abbiamo sostenuto ragazze nelle scuole, donne nelle case rifugio, ed è sempre più uno sportello che va dove le donne hanno bisogno, e questo è quello che noi possiamo fare e ripetiamo questo messaggio: NOI CI SIAMO, CHIEDETE AIUTO

Lo Sportello è stato attivato a dicembre del 2013 su idea dell’ex Sindaco Francesco Fiordomo. È collocato presso l’Ospedale di comunità “Santa Lucia” – Recanati (locali ex pediatria – padiglione est) ed è attivo tutti i martedì dalla ore 16:00 alle ore 19:00.
Negli orari di chiusura dello sportello l’operatrice risponde allo 071 7587234; è possibile anche lasciare un messaggio in segreteria telefonica per poi essere richiamate/i. È possibile altresì scrivere all’indirizzo e-mail: sportelloantiviolenza@comune.recanati.mc.it

Nikla Cingolani

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet