Cagli, Festa mobile LAND ART. TEATRO. CON TÈ

Il 14 agosto alle 18,30 inizia a Cagli la “Festa Mobile”. È una mostra all’aperto di Arte contemporanea che durerà fino al 5 settembre e la presentazione di una prima teatrale fissata per il 22 agosto alle 21: “Un tè per due Regine” che ricorda due figure illustri dell’Arte del Novecento: Peggy Guggenheim e Palma Bucarelli.

Il Comune di Cagli, insieme al Teatro della città e all’associazione culturale “Casa degli Artisti di Sant’Anna del Furlo” dedica questo primo “momento” di Land Art, in ricordo del suo concittadino Eliseo Mattiacci, a quasi un anno dalla scomparsa.

Non molti sanno che fu proprio Eliseo, lo “Scultore siderale”, ad aprire la strada alla Land Art nelle Marche, quasi 30 anni fa, nel 1992, facendo risuonare un enorme Gong nella Cava di Sant’Anna e dando fuoco alle micce di un’arte ambientale, ora diventata di moda, e calamita di un turismo gentile.

Alle 18,30 davanti al Teatro, illustreranno la “Festa”: il sindaco di Cagli Alberto Alessandri, l’assessore alla Cultura Benilde Marini, il presidente dell’Istituzione Teatro Sandro Pascucci, e i due fondatori della Land Art al Furlo, Andreina De Tomassi e Antonio Sorace. Aprirà gli interventi il sound designer Michele La Paglia che tributerà un suo omaggio al “Gong” di Mattiacci. Poi si svolgerà una passeggiata in Via Porta Vittoria fra le opere lignee di Antonio Sorace e la “Tavola dell’Accoglienza”, opera collettiva, lunga più di 15 metri, con le pitture di 16 artisti, che fa tappa a Cagli dopo il Museo Macro di Roma; la passeggiata si conclude a via Gucci dove sono esposte le opere del concittadino cagliese, Camillo Baldeschi.

Si ritorna poi alla “Tavola” per un brindisi collettivo.

Informazioni – Ufficio Turistico Cagli tel. 0721 780773

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet