Anime di strada, un nuovo muro firmato KOZ DOS

di Cristina Soldano

Il progetto Anime di Strada aggiunge un altro tassello a quello che, anno per anno, sta facendo del quartiere periferico di Via Verga un vero e proprio museo a cielo aperto, a Civitanova Marche.

 

Si è appena conclusa una nuova tappa del progetto Anime di Strada, “l’arte ufficiale della rivoluzione” che quest’anno ha chiamato all’appello prima il filippino JERICO e in questi ultimi giorni i KOZ DOS, da Caracas.

Il progetto è giunto alla sua terza edizione, e conta nomi illustri tra gli interventi già realizzati. I primi a mettere le mani sui muri della città marchigiana sono stati i Sick Crew, in Via Napoleone, nella zona di San Marone. Poi, l’ambizioso progetto di creare un vero e proprio distretto dell’arte in Via Verga, sempre nello stesso quartiere, in cui si sono succeduti Etam Cru, Telmo Miel, Luis Gomez de Teran, e quest’anno i Koz Dos. In pieno centro invece (in Viale Trieste) l’opera di Jerico, omaggio della città e dell’associazione culturale al letterato Annibal Caro.

L’ultimo dei murales realizzati in Via Verga dai Koz Dos, di enorme impatto visivo, è un’opera carica di significato e ricca di particolari, interamente realizzata a mano libera. Chiunque si sia avvicinato per curiosare ha avuto la stessa impressione: è un’opera emozionale, da guardare e riguardare, e ogni volta se ne scopre un nuovo dettaglio. Sulla facciata del quartiere popolare si erge una figura umana attorniata da animali, una riflessione sul rapporto che intercorre tra uomo, natura e mondo animale, sullo scambio reciproco tra questi e sulla loro coesistenza. I Koz Dos combinano uno stile realistico al classico urban graffiti, con uno taglio pop e familiare, a volte anche molto ironico. Gli animali non fanno mai da sfondo, ma si integrano perfettamente con la figura e ne arricchiscono il significato. Ciascuno di loro si fa simbolo e suggestione, dalle scimmie adagiate sul libro che indicano la sapienza, all’uovo affiancato ad un animale per metà gallo e per metà gallina, riflessione sul ciclo della vita. E’ una spiritualità pura quella a cui fa allusione l’opera e che si materializza su questa parete, di cui l’occhio in alto ne è una spia. Dal triangolo in basso che racchiude una mela potremmo tirare fuori le più svariate riflessioni; razionale ed irrazionale, reale ed onirico si fondono in un’unica immagine, perfettamente armonica.

Il progetto Anime Di Strada nasce con l’obiettivo di riqualificare contesti urbani degradati e trascurati attraverso l’arte, attirando l’attenzione su un contesto isolato che invece oggi richiama appassionati, artisti o semplici curiosi. Riqualificare lo spazio e restituirlo alla città, in un’ottica di attenzione, solidarietà e cultura.

Il coinvolgimento degli abitanti del quartiere, che ormai ogni anno aspetta di veder comparire la gru accanto ad una nuova facciata, è fondamentale. Gli abitanti dei quartieri coinvolti vengono invitati a prendere parte alle riunioni, agli incontri, agli appuntamenti che scandiscono le tappe del progetto, in un’ottica di coinvolgimento ed inclusione.

La terza edizione non è ancora conclusa, Civitanova Marche si prepara ad accogliere a breve gli Herakut, duo tedesco di fama internazionale, la cui peculiarità risiede proprio nel forte impegno sociale che ben si sposa con la mission di Anime di Strada.

 

Foto:

Jerico – Cristina Soldano

Koz Dos – Stefano Ferretti e Claudio Colotti

 

Pagina Facebook : Anime di Strada

https://www.facebook.com/animedistrada/

 

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet