Al macero l’archivio dell’Associazione B. Gigli in Finlandia

“Un scandalo culturale e una vergogna ma non è colpa mia” . Cosi Torsten Brander, fondatore dell’Associazione Beniamino Gigli di Finlandia e presidente fino al 2016, commenta con grande amarezza sulla sua pagina Facebook il fatto di dover buttare al macero l’archivio dell’associazione finlandese dedicata al grande tenore. A causa dei lavori di ristrutturazione della sua casa, dove tutta la documentazione era conservata finora,  l’archivio doveva trovare un nuovo spazio dove essere conservato. E quale miglior posto se non nella sede dell’Associazione? Purtroppo i numerosi appelli di Brander rivolti alla presidenza e al direttivo non hanno mai avuto risposta fino a un paio di settimana fa quando hanno replicato che per l’archivio non c’è posto. Di venti album, per un totale di circa 10.000 pagine, ne è rimasto solamente uno con i protocolli più importanti dei riunioni annuali. In fumo circa 30 anni di lavoro e di storia da parte di Brander che all’associazione ha dato tutta la sua anima con passione, ottenendo ottimi risultati poichè è il gigliano più premiato del mondo.

Tra i documenti non vi erano gli originali relativi a Beniamino Gigli, trasferiti tre anni fa a Recanati nella Civica Scuola di Musica “B. Gigli”. Tuttavia per la trentennale attività dell’associazione è una grave perdita. Fortunatamente Torsten Branden ha scritto due libri sulla storia dell’associazione a 20 e a 30 anni dalla fondazione e attualmente ha in cantiere le sue memorie musicali scritte sulla base sdi questo materiale. Ad oggi sono pronte 355 pagine con ricca illustrazione. Non è stata perduta tutta la storia.

Brander ha fondato l’Associazione Beniamino Gigli di Finlandia il 26 febbraio 1985. Ha lasciato la presidenza a marzo del 2016 nelle mani di Helena Hakola-Louko. Definito “il più grande gigliano di tutti i tempi”, per aver avuto il merito di ave contribuito a tenere alto il nome di Beniamino Gigli a livello mondiale, è medaglia d’Oro e cittadino onorario di Recanati, città che ama molto e dove probabilmente tornerà il prossimo anno.

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet