Abigaille di Giuseppe Persiani in prima mondiale a Roma

Sarà presentato in anteprima mondiale assoluta in tempi moderni l’oratorio “Abigaille o sia la morte di Naballo” di Giuseppe Persiani con esecuzione della cavatina di Abigaille, a Roma il 16 luglio 2017 nella Basilica di Santa Teresa d’Avila, in Corso d’Italia 37 , alle ore 16,30.

Costume d’epoca “Abigaille”

L’Anteprima Mondiale della cavatina della protagonista (riduzione per Organo e Voce) sarà presentata al pubblico all’interno del concerto “Belcanto Italiano ®: Sacred Vocal Music in Rome” con l’interpretazione del Soprano Astrea Amaduzzi accompagnata all’organo dal Maestro Mattia Peli. L’oratorio “Abigaille” verrà poi rappresentato in forma scenica e con costumi, per la regia di Paolo Santarelli (ascolta l’intervista “Lo spartito ritrovato)

Abigaille o sia La morte di Naballo, azione sacra su libretto di Giovanni Battista Rasi, console generale del Regno di Sardegna nello Stato pontificio, fu rappresentato in casa dello stesso Rasi il 6 dicembre 1826 e subito replicato a S. Maria della Vallicella l’8 Dicembre oggi festa dell’Immacolata Concezione.

La prima interprete del personaggio di Abigaille fu Agnese Costa, poi nella seconda rappresentazione per la festa dell’Immacolata Concezione Persiani utilizzò un cantore Soprano della basilica di San Giovanni in Laterano.

La scrittura della Cavatina di Abigaille è quella di un giovane Persiani che, a differenza della romanza di Ines de Castro di nove anni dopo più vicina a Bellini, si rifà alle colorature iperboliche e allo stile di Rossini.

 

LA VICENDA

L’argomento di questa drammatica azione, intesa principalmente a celebrare la potenza e le glorie della Gran Vergine e Madre di Dio Dio figurata dai Santi Padri nella prudente Abigaille.

La sua storia è narrata nel primo libro di Samuele. Abigail, donna “di buon senso e di bell’aspetto”, era moglie di Nabal di Carmel, ricco proprietario di armenti della stirpe di Caleb.

Trovandosi in difficoltà nel deserto, Davide mandò i suoi servi da Nabal a chiedergli provviste, ricordandogli della protezione precedentemente offerta dalla sua gente ai suoi uomini e ai suoi greggi, ma Nabal li respinse con arroganza. Davide, offeso e adirato, decise di vendicarsi attaccando Nabal e uccidendo tutti i maschi della sua famiglia. Quando Abigail venne avvertita dell’imminente attacco, di nascosto dal marito e con l’aiuto dei servi, caricò sugli asini un gran numero di vettovaglie (pane, vino, montoni, grano tostato, uva passa, fichi secchi) e si recò da Davide, gettandosi ai suoi piedi e supplicandolo di perdonare l’offesa subita e di risparmiare la sua gente.

David, commosso, desistette dal suo proposito di vendetta e ringraziò Abigail per avergli impedito di compiere una strage.Nabal morì dieci giorni dopo e David ne sposò la vedova.

 

PERSONAGGI

 

Abigaille: Soprano, sposa di

Naballo: Basso,ricco possessore del monte Carmelo,

Davidde: Tenore, eletto Ré di Israele,

Abisai: Basso,scudiero del medesimo.

(Coro di guerrieri con Davidde, di pastori e amici con Naballo)

Strumenti: Violini,Viola,Contrabbasso,Flauto,2Clarini,2Corni,1 Fagotto.

Cavatina di Abigaille dall’Oratorio “Abigaille” del M°Giuseppe Persiani

Anteprima Mondiale riduzione per Organo e Voce

 

Astrea Amaduzzi Soprano

Mattia Peli Organo

 

Revisori: Mattia Peli e Paolo Santarelli

Recitativo Oh stoltezza oh sommo errore

Aria Ah! Consiglio, o sommo Dio!

Cabaletta Ma qual fiamma, qual mai raggio

 

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet