A Recanati il Belcanto Italiano ® Duo sotto le stelle

10 agosto 2018: dopo i successi di Verona, Cremona e Ancona, il “Belcanto Italiano ® Duo” è chiamato ancora una volta ad essere un esempio di eccellenza dell’arte del bel canto. Dalle ore 20,45 il prestigioso “Palazzo dalla Casapiccola” di Recanati, dimora storica del ‘600/’700, aprirà le porte a quanti vorranno assistere a una vera magia del Teatro dell’opera in un palcoscenico naturale di grande spessore.

Comunicato Stampa
Il Belcanto Italiano ® Duo formato dal Soprano Astrea Amaduzzi e dal Pianista Mattia Peli, è nato nel 2011 per ri-affrontare in una nuova veste
estremamente raffinata un ampio repertorio che spazia dalla musica sacra e operistica italiana a repertori rari, quali le canzoni e danze napoletane, dal ‘200 al ‘900, ed i canti ebraici scritti da compositori colti di musica classica, da fine Ottocento all’epoca moderna.
Il Duo si è esibito nelle maggiori città italiane in teatri, auditorium, sale da concerto e basiliche storiche e all’estero a Varsavia. Collabora anche con
compositori contemporanei, tra i quali Massimo Moretti di cui il Duo ha eseguito a Rieti in prima mondiale il suo “Interwoven Silences – New York 2011”.
La caratteristica che colpisce, nel risultato sonoro, l’ascoltatore è una simbiosi belcantistica unica nel suo genere, tra i due artisti, data oltre che da una tecnica solidissima, anche dalla voce usata come vero e proprio strumento e dal pianoforte che viene fatto “cantare”.

Il recital lirico, organizzato dall’Associazione “B. Gigli” di Recanati, prevede omaggi musicali a Rossini, Leopardi, Persiani e Gigli valorizzando il territorio recanatese. Del soprano belcantista dalla voce angelica Amaduzzi, Beniamino Gigli junior di Roma, nipote del celebre tenore recanatese ha detto: “Astrea Amaduzzi, una cantante dalla tecnica insuperabile” ed ancora: “Il belcanto italiano sei tu”.

Musiche di Bellini, Chopin, Donizetti, Mascagni, Persiani, Puccini, Rossini e Verdi – Ingresso ad offerta libera
Programma del concerto :

Prima parte

V. Bellini – “Casta diva” (Norma, 1831)
G. Rossini – “Bel raggio lusinghier” (Semiramide, 1823) omaggio a Rossini nel 150° anniversario della scomparsa
F. Chopin – Variazione sul tema di Bellini “Suoni la tromba e intrepido” (I Puritani, 1835)
G. Donizetti – “Regnava nel silenzio… Quando rapito in estasi” (Lucia di Lammermoor, 1835)
– intervallo –

Seconda parte

G. Persiani – “Cari giorni” (Ines de Castro, 2nda vers. per Fanny Tacchinardi-Persiani, 1839)
G. Verdi – “E’ strano… Ah fors’è lui… Sempre libera” (La Traviata, 1853) – omaggio a Beniamino e Rina Gigli
P. Mascagni – Intermezzo (Cavalleria rusticana, 1890)
G. Puccini – “Vissi d’arte” (Tosca, 1900)

Per informazioni:
associazionegiglirecanati@gmail.com
www.beniaminogigli.it

Stampa

Nikla

The author didnt add any Information to his profile yet